Anche se con un ritardo di  3 mesi  è giunto il momento di dare il giusto  spazio  in questo blog   al   planetario e alle altre manifestazioni  che assieme ad alcune associazioni astrofili ho organizzato   per la fiera del 1° Maggio a  Fornaci di Barga. Fiiera  ormai  giunta  alla sua 58° edizione. Questa fiera è molto conosciuta nella nostra zona ed ha un gran numero di visitatori normalmente la durata a cavallo del 1° maggio e di 3 giorni ma in alcuni casi si  protrae anche per 4.  Ci sono circa un centinaio di espositori dalle auto alle macchine agricole ai materiali edili  mercatini e tanti stand gastronomici  con  prodotti alimentari della zona e non. Per me questa è stata la terza partecipazione come “espositore” . Il primo anno fu il 2009  per celebrare l’anno internazionale   dell’astronomia  organizzai una piccolo stand con dei telescopi e una mostra fotografica ed una osservazione del cielo dal giardino delle ex-scuole elementari.

La sala della mostra con gli strumenti miei e degli astrofili dell’Osservatorio Astronomico di monte Aiale che collaborarono con me  alla gestione dell’evento

Logo Ufficiale

 


Poi fu la volta del Planetario  , nel 2013  visto il successo della mostra di astronomia e sopratutto della serata  osservativa proposi al comitato organizzatore   di affittare un planetario itinerante.  Il costo per il comitato era abbastanza alto ma sicuramente  sarebbe stata la principale attrazione della fiera.  Chiaramente non potendo gestire da solo il planetario per una delle piu lunghe edizioni della stessa  (4 giorni) chiesi ad alcune associazioni  astrofili se potevanno collaborare con me . Il Gruppo Astrofili  Montagna Pistoiese  di cui sono socio fondatore rispose subito a darmi man forte anche  gli astrofili dell’ OAMA  di Borgo  a Mozzano  dell’Associaizone Astrofili Alta Valdera e dell’ Associazione Astrofili  Cascinesi. Astrofili Lucchesi non pervenuti .  Come previsto fu un successo  i primi visitatori furono in una piovosa mattinata gli alunni delle scuole elementari di Fornaci di Barga  poi  per i giorni della fiera a turni  tiratissimi di 20 minuti  circa 2000 persone visitarono il planetario  con grande soddisfazione degli Astrofili e del comitato organizzatore che non si aspettavano che una attrazione di carattere scientifico come un planetario suscitasse  un tale interesse fra i visitatori della fiera. La serata di ossevazione pubblica fu annullata causa maltempo ma rimarrà nella storia della manifestazione la bellissima conferenza tenuta da Alberto Villa presidente  dell’AAAV sulle eclissi di sole di cui lui è un cacciatore avendo girato il mondo in lungo e largo per  osservare questo meraviglioso fenomeno . Il Planetario che vedete in foto venne fornito da una ditta di Ferrara aveva una capienza di circa 40 persone era formato da vari spicchi di alluminio  rinforzato con  deie tubolari ed un tappo cilindrico che poi veniva sigillato al momento del montaggio.

 

La proiezione con al centro il relatore .
La fila in attesa nonostante la pioggia
Il planetario
Paolo che spiega ai bambini delle elementari in visita.
I bambini della scuola primaria all’ingresso del planetario.

 

A febbraio del 2018 vengo ricontattato da alcuni membri del comitato 1°  con l’intenzione di ripropporre dopo 5 ann il planetario. Inizio subito a contattare i fornitori di planetari e la scelta ricade sul fornitore di Ferrara  che già ci aveva fornito il precedente planetario.Inizio anche a contattare i vari gruppi astrofili i quali si rendono disponibili a supportarmi come sempre la parte del leone la fà  il Gruppo Astrofili Montagna Pistoirse che dispone di un gruppo di giovani agguerriti e ben preparati. Oltre a loro ricevo supporto dal gruppo Astrofili Alta Valdera dal Gruppo astrofili Cascinesi  e dall’ Osservatorio   Astronomico di S. Maria  a Monte sempre in provincia di Pisa , contatto anche alcuni gruppi di astrofili lucchesi e della versilia  che non rispondono . Oama  di Borgo a Mozzano declina. I mesi passano veloci ed arriviamo al  27 di aprile in cui la ditta si appresta ad effettuare il montaggio ed io ad allestire lo stand con qualche strumento in meno ma con una bella galleria fotografica da vedere. Il programam prevede anche lo svolgimento di uno o due fonferenze fatte di astrofili e una  dal Prof. Cella. La serata  di osservazione viene effettuata con 2  telescopi ma il tempo molto variabile non permette la visione alle numerose persone accorse  .Anche in questo caso il successo di visitatori è  assicurato e la manifestazione in toto e stata una delle migliori degli ultimi anni. Possiamo dire  con ragionevole certezza che oltre 2000 persone hanno partecipato alle sessioni del planetario .