Serata osservativa a Castelnuovo di Garfagnana.

Serata osservativa pubblica a Castelnuovo durante la settimana del Commercio

Durante la manifestazione della settimana del commercio come già avviene da alcuni anni sono stato contattato dagli organizatore per effettuare una serata pubblica di osservazione del cielo.

La sera di venerdi 10 agosto ho caricato in macchina due telescopi, un newton 200 mm e uno schimdt-cassegrain da 250 mm del fratello . Le condizioni meteo erano abbastanza buone anche se con alcune velature e la luna piena . La piazzola designata per l’osservazione era quella utilizzata negli anni precedenti , situata in un pratino nelle vicinanze dell’ufficio postale . Coadiuvato dalla mia dolce metà inizio a montare i due telescopi ma ben presto mi rendo conto di essere arrivato tardi , infatti pur non essendo ancora buio c’è già un capannello di persone che aspetta di mettere l’occhio al telescopio . Decido di optare per l’utilizzo di uno solo dei due telescopi che ho portato , scegliendo il riflettore Newton su montatura altazimutale . Finisco di montare velocemente e allineo il laser per il puntamento veloce . Fino a mezzanotte e mezza ho avuto un afflusso continuo di persone che hanno potuto osservare i pianeti Giove, Saturno la Luna alcune stelle doppie famose Albireo, Mizar , oltre non a questo non ho potuto anche per la presenza della Luna e per non allungare oltremodo i tempi di attesa delle persone in fila anche se durante la serata molte persone sono addirittura tornate per guardare ancora una volta. Bella serata di divulgazione e di avvicinamento di tante persone curiose all’osservazione del cielo.

Spettacoli a occhio nudo

Stasera il nostro satellite completamente illuminato dalla luce del sole solca il cielo assieme a Giove il pianeta piu grande del nostro sitema solare . La loro vicinanza e solo un illusione ottica infatti la luna dista da noi circa 380.00 Km mentre giove in questo momento solo 800 milioni di Km . Sembra un puntino ma è 64 volte piu grande della terra. Seguite anche nelle prossime sere la danza di questi due meravigliosi corpi celesti.

Ecco come appare la congiunzione ripresa con una fotocamera digitale ed un teleobbiettivo da 250 mm

L’eclisse totale di Luna del secolo 27 Luglio 2018

L’eclisse di luna del secolo oservata da Castelvecchio Pascoli. Il 27 Luglio 2018 l’evento astronomico dell’anno.

Del secolo perchè non disturbata dal meteo , perchè non in ore assurde , per la bellissima congiunzione con il pianeta Marte in opposizione e Giove e Saturno ben posizionati . Una serata  che ha richiamato tanta gente ad osservare il cielo. Ebbene si dopo il planetario a Fornaci di barga quest’anno ho avuto ancora un’altra occasione per condividere con le  persone la mia passione per il cielo.  Sono stato aiutato in questo dai media che hanno veramente enfatizzato questa eclissi .Tramite passa parola  e con un articoletto su dei giornali locali ho organizzato la serata osservativa pubblica . Nell’impresa sono stato aiutato  degli amici astrofili Francesco Adami e Droise Paolo organizzando la  serata osservativa in un giardinetto pubblico (troppo illuminato purtroppo)  vicino alla mia abitazione. Ecco alcune foto dell’evento scattate in fretta e furia perchè assediato dalle persone che  volevano osservare al telescopio . Gli strumenti in realta dovevano essere due  poi all’ultimo minuto  mi sono ritrovato solo con il Newton  Vixen a gestire una  fila di un centinaio di persone che si sono avvicendante nella serata. La luna all’inizo era troppo bassa per essere osservata e complice un po’ di foschia era veramente scura ma  quando ha iniziato ad uscire dal cono d’ombra della Terra  ed a tornare luminosa , devo dire che è stato veramente uno spettacolo. la visione dei  pianeti giganti hanno  dato un  notevole contributo al divertimento del pubblico   mentre marte pue  pur all’opposizione era basso e non ha mostrato alcun dettaglio.Possiamo confermare che è stata l’eclisse di  Luna del secolo !

Ecco il link all’articolo del Giornale di Barga


  • Primo contatto penombra – 19:14:49
  • Primo contatto ombra – 20:24:27
  • Inizio totalità – 21:30:15
  • Massimo – 22:22:54
  • Fine totalità – 23:13:12
  • Uscita dall’ombra – 00:19:00
  • Uscita dalla Penombra – 01:28:37

Occultazione Asteroidale (130) Elektra

L’occultazione asteroidale di 130 Elektra seguita dall’Osservatorio K63 G. Pascoli di Castelvecchio Pascoli.

Fantastico ! Occultazione Asteroidale ripresa da K63.

La notte del    21/04/2018  un manipolo di eroici nottabuli   (ho un po’ esagerato nel definirci eroici il cielo si osserva la notte ) sparsi in tutta la penisola alle 2.20 tempo locale  ha puntato i suoi strumenti ad Est  inquadrando l’asteroide appartenente alla fascia principale Elektra  (clicca sul link per maggiori informazioni) un bel sasso di mag 12.9 che sarebbe transitato davanti ad una stelle di mag 10.5 posta sulla sua traiettoria orbitale. Il fenomeno  viene chiamato occultazione asteroidale , dura veramente poche manciate di secondi (in questa occultazione era prevista una durata di 21 secondi) ma da un punto di vista scientifico è importantissimo per ottenere molti dati morfologici e fisici dell’asteroide occultante .L’obbiettivo dell’osservazione di stanotte  era di rilevare anche l’eventuale  transito davanti alla stella delle  due lune che orbitano attorno ad Elektra  che da una prima analisi dei dati non sono  state rilevate. Nell’immagine  potete vedere la fascia di visibilità del fenomeno che comprende  quasi completamente la nostra penisola.

Fascia di visibilità del fenomeno.

Alle 2.25 tempo locale ho iniziato ad acquisire le immagini dell’asteroide con esposizioni della durata di un secondo  questo grazie  alla luminosità dell’asteroide e dei potenti mezzi a disposzione dell’osservatorio K63 . Penso che abbiate compreso che un maggior numero di immagini acquisite determina una maggiore risoluzione delle variazioni di luminosità infatti in altri osservatori  riprendono  dei video.  Oppure utilizzano la tecnica del drift-scan. Prima e dopo l’evento ero in contatto con molti Astrofili Italiani che da osservatori o dalle loro postazioni casalinghe riprendevano  l’occultazione. Tramite  Whats-up  nel gruppo  dell’ Unione Astrofili Italiani ,ricerca sui pianeti minori  ”Asteroid-research” (se siete interessati a questa tipologia di studi e volete unirvi al gruppo non avete che da chiedermelo.) con l’osservatorio della montagna pistoiese , con l’osservatorio di Tavolai a Santa Maria  Monte con  Gianni Galli , Milano , e altri sparsi in tutta Italia con cui ho condiviso l’ansia dell’attesa e lo scambio di informazioni dopo la fine dell’evento,  che c’è stato ed è stato registrato da molti di noi. Insomma un altro successo degli Astrofili Italiani che anche in questo campo sono tra i migliori.

Ecco il grafico  ricavato dalle osservazioni dove si vede benissimo  il calo di luminosità  della stella attraversata dall’asteroide.

 

 

Mostra dell’Astronomia e Planetario a Fornaci di Barga

Ebbene si dopo 5 anni il Comitato 1° Maggio mi ha riproposto di organizzare nuovamente una serie di eventi a carattere astronomico  a contorno della fiera campionaria che si svolge da ben 58 anni  a Fornaci di  Barga , ritorna  il “Planetario a Fornaci” e la mostra di foto e strumenti per osservare il cielo . Chiaramente da solo non potrei organizzare neanche una serata osservativa perciò ho richiesto aiuto a diverse associazioni Astrofili Toscane , delle quali quattro mi hanno risposto e saranno con me in questa avventura . Eccole qua , non sanno  delle 3 massacranti giornate che dovranno affrontare percio grazie a questi volontari la gente di fornaci potrà ancora una volta  osservare le  stelle per la festa del 1 Maggio.

  •  Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese
  •  Associazione Astrofili Alta Valdera
  • Associazione Astrofili Cascinesi
  • Associazione Astrofili Isaac Newton di Santa Maria a Monte

Le associazioni Astrofili lucchesi che ho contattato non sono  pervenute.

Il programma lo vedete nelle immagini allegate a questo articolo non ho voglia di riscriverlo. Devo ringraziare il comitato “Primo Maggio” per l’opportunità che ha concesso a noi astrofili di avere un po di visibiltà verso il grande pubblico ( visti i numeri della fiera ) per  trasmettere la nostra passione alle persone che verranno a visitarci allo stand e al planetario. Inoltre  assieme al comitato abbiamo contattato le scuole primarie del Comune di Barga e di altri comuni per organizzare i giorni seguenti della fiera delle sessioni a loro dedicate al momento non sono a conoscenza di quante classi e istituti parteciperanno ma spero proprio che questa occasione non vada sprecata.

Speriamo anche che la sera del 30 il cielo sia clemente la serata osservativa possa essere effettuata  sperando di lasciare i partecipanti come le persone in questo video.

 

GUARDA IL VIDEO MERITA

Montatura altazimutale RM engineering RM1616

Montatura altazimutale RM16161

Montatura altazimutale che utilizzo con un vixen R200SS o un piccolo rifrattore per osservazioni visuali montata su un iperdimensionato treppiede di Losmandy della mia precedente G11.

  • Portata 16 Kg per ogni asse (totale 32 KG)
  • Massa  9 Kg
  • Struttura Ergal lavorato CNC
  • Assi Acciaio inox316
  • Cuscinetti  da 50 mm su entrambi gli assi
  • Albero contrappesi 20 mm
  • Motorizzazione NO 
  • Scomponibile SI

 

 

 

 

 

 

PASQUA 2018 con la Cometa 74P 74P/Smirnova-Chernykh –

La cometa 74P/Smirnova-Chernykh osservata la sera di Pasqua 2018 , dopo molti giorni di maltempo si riapre l’osservatorio. In concomitanza con la caduta della stazione spaziale cinese.

Sapete tutti che la Pasqua cade sempre con la Luna piena perciò in questo periodo effettuare misurazioni di NEO che sono intrisicamente poco luminosi diventa difficile , ma dopo dopo tanti noiosissimi giorni di pioggia  dovevo puntare gli occhi al cielo. Ho  dato un occhiata alla NEOCP list per vedere se vi erano asteroidi a tiro di schioppo ma nulla , allora mentre tutti sono a guardare il cielo per capire se un pezzo della stazione spaziali cinese cadra’ sulle loro teste  io ho aperto il mio planetario sul PC e ho visto che la 0074/P (74P/Smirnova-Chernykh) era ben piazzata nella costellazione del Leone , perchè non misurarla.Detto fatto ho  puntato la zona di cielo in cui transitava la cometa ed ho iniziato una semplice sessione di ripresa con pose di 30 secondi. Eccola qua ha un microaccenno di coda  ma per adesso niente di eccezionale. Pose di 30 secondi  , ne ho sommate solo 15 sulle 40 effettuate perchè il fondo cielo rischiarato dalla Luna non mi permetteva di aumentarne il numero . Mi ero scordato ma lo scorso anno con il vecchio telescopio ho effettuato delle misure di questa cometa che sono state pubblicate nella  circolare del Minor Planet Center – 2017 A77 –   

 

 

Se volete seguire il suo percorso nel cielo  esiste un sito web veramente ben fatto  che vi fa vedere tutte le comete attuali e vi crea anche una cartina ad hoc per poterle individuare, chiaramente se la magnitudine raggiunta dalla cometa è compatibile con gli strumenti a vostra disposizione a partire dagli occhi per finire con un telescopio di 30 cm di apertura.

Ecco il lik al sito in the sky org 

Alcuni dati sulla cometa e la sua orbita

Epoch 2018 Feb. 11.0 TT = JDT 2458160.5
T 2018 Jan. 26.70761 TT                                 MPCW
q   3.5364633            (2000.0)            P               Q
n   0.11627488     Peri.   87.13557     -0.95561948     -0.27210081
a   4.1573071      Node    77.05558     +0.20253241     -0.88515165
e   0.1493380      Incl.    6.65391     +0.21394400     -0.37744896
P   8.48
From 3570 observations 1981 Sept. 27-2017 Jan. 9, mean residual 0".7.
     Nongravitational parameters Y1 = +0.01, Y2 = -0.0073.

C’e’ un nuovo sceriffo in citta’

Giovedi’ 17 agosto di fronte ad un numeroso pubblico si e tenuta l’inaugurazione del nuovo strumento installato presso l;osservatorio amatoriale G. Pascoli codice MPEC K63  ecco una carrellata di foto relative allo strumento . Un Telescopio in configurazione newton con uno specchio Giacometti di 407 mm di diametro in Supremax   con una focale di 1350 mm  il telescopio completo  ha un peso di circa 28 chilogrammi la cella e una GSO a 18 punti di appoggio il tubo e una struttura a nido d’ape  in carbonio  del peso di 7 kg e dello spessore di 11 mm . Spider e sistema di fuoco autocostruiti.

E sono 100 !!

MPEC 2017-B60 : 2017 BO3 e 100 misure di NEO effettuate !

100 misure di asteroidi Near earth e circolare Mpec  dedicata con asteroide  di 19.3  misurato in questo periodo di cielo splendido .erano anni che in questa zona non si verificava un dicembre e gennaio con una cosi massiccia assenza di piogge (nessuno mi leva dalla testa che il clima sia collegato strettamente con il ciclo solare)

Insomma per farla breve dopo una nottata entusiasmante in collegamento diretto con l’osservatorio 104 metto in saccoccia la 100esima misura e la circolare

MPEC 2017-B60 : 2017 BO3 .

100!

E stasera si riprova a cercare un sasso con Mag > della  20°