PASQUA 2018 con la Cometa 74P 74P/Smirnova-Chernykh –

La cometa 74P/Smirnova-Chernykh osservata la sera di Pasqua 2018 , dopo molti giorni di maltempo si riapre l’osservatorio. In concomitanza con la caduta della stazione spaziale cinese.

Sapete tutti che la Pasqua cade sempre con la Luna piena perciò in questo periodo effettuare misurazioni di NEO che sono intrisicamente poco luminosi diventa difficile , ma dopo dopo tanti noiosissimi giorni di pioggia  dovevo puntare gli occhi al cielo. Ho  dato un occhiata alla NEOCP list per vedere se vi erano asteroidi a tiro di schioppo ma nulla , allora mentre tutti sono a guardare il cielo per capire se un pezzo della stazione spaziali cinese cadra’ sulle loro teste  io ho aperto il mio planetario sul PC e ho visto che la 0074/P (74P/Smirnova-Chernykh) era ben piazzata nella costellazione del Leone , perchè non misurarla.Detto fatto ho  puntato la zona di cielo in cui transitava la cometa ed ho iniziato una semplice sessione di ripresa con pose di 30 secondi. Eccola qua ha un microaccenno di coda  ma per adesso niente di eccezionale. Pose di 30 secondi  , ne ho sommate solo 15 sulle 40 effettuate perchè il fondo cielo rischiarato dalla Luna non mi permetteva di aumentarne il numero . Mi ero scordato ma lo scorso anno con il vecchio telescopio ho effettuato delle misure di questa cometa che sono state pubblicate nella  circolare del Minor Planet Center – 2017 A77 –   

 

 

Se volete seguire il suo percorso nel cielo  esiste un sito web veramente ben fatto  che vi fa vedere tutte le comete attuali e vi crea anche una cartina ad hoc per poterle individuare, chiaramente se la magnitudine raggiunta dalla cometa è compatibile con gli strumenti a vostra disposizione a partire dagli occhi per finire con un telescopio di 30 cm di apertura.

Ecco il lik al sito in the sky org 

Alcuni dati sulla cometa e la sua orbita

Epoch 2018 Feb. 11.0 TT = JDT 2458160.5
T 2018 Jan. 26.70761 TT                                 MPCW
q   3.5364633            (2000.0)            P               Q
n   0.11627488     Peri.   87.13557     -0.95561948     -0.27210081
a   4.1573071      Node    77.05558     +0.20253241     -0.88515165
e   0.1493380      Incl.    6.65391     +0.21394400     -0.37744896
P   8.48
From 3570 observations 1981 Sept. 27-2017 Jan. 9, mean residual 0".7.
     Nongravitational parameters Y1 = +0.01, Y2 = -0.0073.

Proficue serate invernali

K63 molto attivo in questo Gennaio 2018 nonostante il maltempo sono stati gia osseravti moltia asteroidi che hanno permesso di arrivare alla presenza in 14 circolari del Minor Planet Center!

La prima parte di Gennaio nonostante le non molte serate senza nubi  mi vede molto attivo sul fronte misurazioni astrometriche,  ad oggi ho gia  molti NEOCP misurati una probabile  cometa ed una  conferma,  con una media di 5 misurazioni per ogni sessione osservativa. Nelle immagini sottostanti possiamo vedere le orbite presunte degli oggetti che sono stati misurati  stanotte.

Ed un close up per  osservare il traffico  attorno alla nostra palletta  chiamata Terra.

Sono i seguenti:

2018 BB3

2018 BC3

2018 BA3

ZAA01CF possibile cometa .

P10GorH Confermato ! Molto probabile che appartenga alla fascia  principale .

ZB02A70  NEO Veloce e luminoso !        Eccolo qua immortalato e misurato la notte del 21.01.2018

 

 

Gennaio non è ancora terminato,  prima che la Luna arrechi disturbo speriamo di incrementare  risultati , attualmente  l’osservatorio G.Pascoli è presente in 14 circolari del Minor Planet Center uscite nel 2018 , risultando uno degli  osservatori  amatoriali tra i piu attivi.

 

 

Circolare MPEC 2017-W83 DA INCORNICIARE

UNA CIRCOLARE MPEC DA INCORNICIARE !

Trattasi della circolare elettronica  MPEC 2017-W83 : 2017 WM1   del Minor Planet Center in cui sono presenti le misure astrometriche degli osservatori  K63 e 104 in cui come “Observer” è presente Bacci Paolo,mio fratello  ! Le misure sono state effettuate a circa 24 ore di distanza e determinano l’orbita  di un asteroide NEO.

M.P.E.C. 2017-W83                                Issued 2017 Nov. 20, 20:21 UT

     The Minor Planet Electronic Circulars contain information on unusual
         minor planets and routine data on comets.  They are published
    on behalf of Division F of the International Astronomical Union by the
          Minor Planet Center, Smithsonian Astrophysical Observatory,
                          Cambridge, MA 02138, U.S.A.

             Prepared using the Tamkin Foundation Computer Network

                              [email protected]
            URL http://www.minorplanetcenter.net/    ISSN 1523-6714

                                   2017 WM1

Observations:
     K17W01M* C2017 11 18.29388 02 24 57.837+27 51 05.63     20.8 wLEW083F51
     K17W01M  C2017 11 18.30627 02 24 51.895+27 53 03.96     20.8 wLEW083F51
     K17W01M  C2017 11 18.31869 02 24 45.915+27 55 02.46     20.6 wLEW083F51
     K17W01M KC2017 11 18.88760 02 20 14.68 +29 26 02.5      20.7  UEW083104
     K17W01M KC2017 11 18.89558 02 20 10.62 +29 27 20.1      20.6  UEW083104
     K17W01M KC2017 11 18.90361 02 20 06.57 +29 28 38.7      20.7  UEW083104
     K17W01M  C2017 11 19.01789 02 19 08.45 +29 47 08.2      20.5 VSEW083033
     K17W01M  C2017 11 19.02249 02 19 06.07 +29 47 53.9      20.4 VSEW083033
     K17W01M  C2017 11 19.14766 02 18 07.08 +30 08 43.4      20.7 GUEW083I52
     K17W01M  C2017 11 19.14862 02 18 06.61 +30 08 52.5      20.5 GUEW083I52
     K17W01M  C2017 11 19.14958 02 18 06.06 +30 09 01.8      21.5 GUEW083I52
     K17W01M  C2017 11 19.15054 02 18 05.59 +30 09 11.7      20.3 GUEW083I52
     K17W01M  C2017 11 19.19086 02 17 44.52 +30 15 54.1      20.2 RoEW083926
     K17W01M  C2017 11 19.19400 02 17 42.83 +30 16 25.7      20.1 RoEW083926
     K17W01M  C2017 11 19.19714 02 17 41.24 +30 16 56.5      20.3 RoEW083926
     K17W01M KC2017 11 19.27504 02 16 59.21 +30 29 40.7      20.5 RqEW083734
     K17W01M KC2017 11 19.27891 02 16 57.15 +30 30 18.7      20.1 RqEW083734
     K17W01M KC2017 11 19.28230 02 16 55.39 +30 30 52.9      20.4 RqEW083734
     K17W01M KC2017 11 20.15235302 09 11.41 +32 57 29.7      20.4 VuEW083H21
     K17W01M KC2017 11 20.15810102 09 08.09 +32 58 29.2      20.6 VuEW083H21
     K17W01M KC2017 11 20.16393602 09 04.68 +32 59 29.2      20.6 VuEW083H21
     K17W01M  C2017 11 20.35663 02 07 12.48 +33 32 36.5      20.1 RoEW083926
     K17W01M  C2017 11 20.35992 02 07 10.54 +33 33 09.7      20.3 RoEW083926
     K17W01M  C2017 11 20.36318 02 07 08.62 +33 33 42.7      20.1 RoEW083926
     K17W01M KC2017 11 20.74315 02 03 31.07 +34 39 23.9      19.6  UEW083K63
     K17W01M KC2017 11 20.74794 02 03 28.15 +34 40 14.3      19.6  UEW083K63
     K17W01M KC2017 11 20.75170 02 03 25.85 +34 40 54.0      19.8  UEW083K63

Observer details:
033 Karl Schwarzschild Observatory, Tautenburg.  Observers F. Ludwig,
    B. Stecklum.  Measurer B. Stecklum.  1.34-m f/3 Schmidt + CCD.
104 San Marcello Pistoiese.  Observers P. Bacci, M. Maestripieri, M. D. Grazia.
    Measurers P. Bacci, L. Tesi, G. Fagioli.  0.60-m reflector + CCD.
734 Farpoint Observatory.  Observer G. Hug.  0.69-m reflector + CCD.
926 Tenagra II Observatory.  Observers M. Schwartz, P. R. Holvorcem.  Measurer
    M. Schwartz.  0.81-m f/7 Ritchey-Chretien + CCD.
F51 Pan-STARRS 1, Haleakala.  Observers J. Bulger, T. Lowe, A. Schultz,
    M. Willman.  Measurers K. Chambers, S. Chastel, L. Denneau, H. Flewelling,
    M. Huber, E. Lilly, E. Magnier, R. Wainscoat, C. Waters, R. Weryk.  1.8-m
    Ritchey-Chretien + CCD.
H21 Astronomical Research Observatory, Westfield.  Observer R. Holmes.
    Measurers S. Foglia, L. Buzzi, T. Linder, R. Holmes.  0.76-m f/3.0
    astrograph + CCD.
I52 Steward Observatory, Mt. Lemmon Station.  Observer R. G. Matheny.
    Measurers E. J. Christensen, D. C. Fuls, A. R. Gibbs, A. D. Grauer,
    J. A. Johnson, R. A. Kowalski, S. M. Larson, G. J. Leonard, R. G. Matheny,
    R. L. Seaman, F. C. Shelly.  1.0-m reflector + CCD.
K63 G. Pascoli Observatory, Castelvecchio Pascoli.  Observers R. Bacci,
    P. Bacci.  Measurer R. Bacci.  0.40-m f/3.2 Newtonian reflector + CCD.

Prima circolare MPC con il nuovo strumento ! NEO 2017 RW1

Prima circolare (M.P.E.C. 2017-R55) con il newton ! Serata di caccia aglia steroidi con 3 target in saccoccia anche se ho dovuto faticare a causa delle condizioni del cielo.


Nonostante le condizioni di cielo non ottimali  ieri sera ho effettuato diverse misure di asteroidi  senza riuscire a capire le reali prestazioni del 16″ per questo dovrò aspettare le fredde serate invernali senza la presenza di aria umida per spremere al meglio la belva. Ottenere misure sufficientemente  precise di questo asteroide non è stato facile ,  ho impiegato quasi un ora e mezza , il sassolino non voleva staccarsi dal fondo cielo e ho dovuto ripetere diverse volte le procedure di stacking e blinking. Ho voluto memorizzare nel mio BLOG questa circolare perchè  ho ottenute le misure confrontandomi con osservatori  professionali  eccetto l’onnipresente 104 del fratellone che ha comunque  dalla sua  un cielo migliore una camera di acquisizione professionale e un  telescopio  che raccoglie almeno il doppio di  fotoni rispetto al Newton di  K63 . Ma avanti sassi ! Fatevi sotto che qualcuno  vi osserva.



M.P.E.C. 2017-R55 Issued 2017 Sept. 14, 02:15 UT


     The Minor Planet Electronic Circulars contain information on unusual
         minor planets and routine data on comets.  They are published
    on behalf of Division F of the International Astronomical Union by the
          Minor Planet Center, Smithsonian Astrophysical Observatory,
                          Cambridge, MA 02138, U.S.A.

             Prepared using the Tamkin Foundation Computer Network

                              [email protected]
            URL http://www.minorplanetcenter.net/    ISSN 1523-6714

                                   2017 RW1

Observations:
     K17R01W* C2017 09 12.31635 22 33 38.168+00 38 19.06         20.0 wLER055F51
     K17R01W  C2017 09 12.32798 22 33 37.189+00 37 32.12         20.0 wLER055F51
     K17R01W  C2017 09 12.33960 22 33 36.188+00 36 45.31         19.9 wLER055F51
     K17R01W  C2017 09 12.35123 22 33 35.182+00 35 58.25         19.9 wLER055F51
     K17R01W  C2017 09 13.25840 22 32 41.16 -00 29 54.7          20.3 VqER055I52
     K17R01W  C2017 09 13.25917 22 32 41.11 -00 29 58.1          20.2 VqER055I52
     K17R01W  C2017 09 13.25993 22 32 41.05 -00 30 01.7          19.8 VqER055I52
     K17R01W  C2017 09 13.26070 22 32 40.98 -00 30 05.0          19.8 VqER055I52
     K17R01W  C2017 09 13.29105 22 32 38.11 -00 32 25.9          19.5 VoER055691
     K17R01W  C2017 09 13.29824 22 32 37.53 -00 32 58.6          19.5 VoER055691
     K17R01W  C2017 09 13.30551 22 32 36.83 -00 33 33.6          19.7 VoER055691
     K17R01W KC2017 09 13.81347 22 32 09.81 -01 14 55.1          18.6 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.81563 22 32 09.59 -01 15 06.4          19.1 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.81778 22 32 09.44 -01 15 16.9          18.3 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.82353 22 32 08.97 -01 15 45.8          18.9 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.82354 22 32 07.74 -01 15 56.0          19.6  tER055K63
     K17R01W KC2017 09 13.82568 22 32 08.78 -01 15 57.0          18.6 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.82990 22 32 06.97 -01 16 30.1          18.7 VqER055595
     K17R01W KC2017 09 13.83188 22 32 06.78 -01 16 38.9          18.6 VqER055595
     K17R01W KC2017 09 13.83550 22 32 06.77 -01 16 56.4          19.1  tER055K63
     K17R01W KC2017 09 13.84129 22 32 06.23 -01 17 24.7          19.2  tER055K63
     K17R01W KC2017 09 13.91331 22 31 59.52 -01 23 34.2          18.8 RqER055104
     K17R01W KC2017 09 13.92026 22 31 58.81 -01 24 09.8          19.1 RqER055104
     K17R01W KC2017 09 13.92710 22 31 58.20 -01 24 45.4          18.9 RqER055104

Observer details:
104 San Marcello Pistoiese.  Observers P. Bacci, M. Maestripieri.  Measurers
    P. Bacci, L. Tesi, G. Fagioli.  0.60-m f/4 reflector + CCD.
595 Farra d'Isonzo.  Observers L. Bittesini, U. Montanar, E. Pettarin.
    Measurer E. Pettarin.  0.61-m f/4.0 reflector + CCD.
691 Steward Observatory, Kitt Peak.  Observer A. F. Tubbiolo.  0.9-m f/3
    reflector + CCD.
F51 Pan-STARRS 1, Haleakala.  Observers J. Bulger, T. Lowe, A. Schultz,
    M. Willman.  Measurers K. Chambers, S. Chastel, L. Denneau, H. Flewelling,
    M. Huber, E. Lilly, E. Magnier, R. Wainscoat, C. Waters, R. Weryk.  1.8-m
    Ritchey-Chretien + CCD.
I52 Steward Observatory, Mt. Lemmon Station.  Observer R. G. Matheny.
    Measurers E. J. Christensen, D. C. Fuls, A. R. Gibbs, A. D. Grauer,
    J. A. Johnson, R. A. Kowalski, S. M. Larson, G. J. Leonard, R. G. Matheny,
    R. L. Seaman, F. C. Shelly.  1.0-m reflector + CCD.
K63 G. Pascoli Observatory, Castelvecchio Pascoli.  Observer R. Bacci.  0.40-m
    f/3.2 Newtonian reflector + CCD.
Z84 Calar Alto-Schmidt.  Observer E. Schwab.  Measurers E. Schwab, M. Micheli,
    D. Koschny.  0.8-m f/3 Schmidt + CCD.

Orbital elements:
2017 RW1                                                 Earth MOID = 0.0219 AU
Epoch 2017 Sept. 4.0 TT = JDT 2458000.5                 MPC
M 328.44631              (2000.0)            P               Q
n   0.46842490     Peri.  252.50440     +0.40013899     -0.91629494
a   1.6420110      Node   173.82712     +0.88956441     +0.38384429
e   0.5040424      Incl.    9.14984     +0.22037229     +0.11431160
P   2.10           H   23.7           G   0.15           U   6
Residuals in seconds of arc
170912 F51  0.1-  0.0     170913 691  1.1-  0.0     170913 Z84  0.2+  0.0
170912 F51  0.0   0.1-    170913 691  0.4+  0.9+    170913 595  0.0   0.6-
170912 F51  0.0   0.0     170913 691  0.2+  0.1-    170913 595  0.2-  0.6+
170912 F51  0.1+  0.0     170913 Z84  0.1+  0.2-    170913 K63  0.3+  0.6-
170913 I52  0.4-  0.3-    170913 Z84  0.5-  0.5-    170913 K63  0.0   0.6+
170913 I52  0.0   0.1-    170913 Z84  0.0   0.1-    170913 104  0.9+  0.3+
170913 I52  0.1+  0.1-    170913 Z84  0.3+  0.3+    170913 104  0.2+  0.5+
170913 I52  0.2+  0.1+    170913 K63  1.2-  1.1-    170913 104  0.9+  0.2+

Ephemeris:
2017 RW1                 a,e,i = 1.64, 0.50, 9                   q = 0.8144
Date    TT    R. A. (2000) Decl.     Delta      r     Elong.  Phase     V
2017 08 15    22 42 17.5 +08 48 11   0.3445  1.3270   152.1    21.0    23.0
...
2017 08 30    22 40 43.4 +07 42 38   0.2077  1.2099   163.1    14.0    21.5
...
2017 09 07    22 37 23.1 +04 51 55   0.1428  1.1475   167.3    11.1    20.5
...
2017 09 13    22 32 56.5 -00 09 25   0.09736 1.1012   166.7    12.1    19.6
2017 09 14    22 31 53.3 -01 29 51   0.09009 1.0936   166.0    12.9    19.4
2017 09 15    22 30 41.2 -03 04 23   0.08293 1.0860   164.9    13.9    19.3
...
2017 09 21    22 16 11.8 -22 59 21   0.04356 1.0412   147.8    31.0    18.3
...
2017 09 29    11 43 59.8 -63 07 36   0.03755 0.9842    61.2   116.9    21.2
...
2017 10 14    10 55 03.2 -26 39 03   0.1395  0.8921    38.2   136.2    25.6

A. U. Tomatic                (C) Copyright 2017 MPC           M.P.E.C. 2017-R55

 

3000 mm di focale e non sentirli ! Asteroide A1030no (KC2017)

Mi ci sono volute due serate per rimettere a regime il setup provvisorio con il telescopio Schmidt- Cassegrain da 12″ parcheggiato da un po’ di tempo, a causa dell’utilizzo fino alla cessione del newton F4 sempre da 300 mm. Stasera dopo aver cazzeggiato un pò con qualche nebulosa planetaria ho visto che nel programma di ricerca NEOCP del Minor Planet Center vi erano pochi oggetti e  di bassa latitudine e magnitudini inarrivabili per la mia strumentazione , ne rimaneva solamente uno  ma molto veloce , infatti il sassetto in oggetto si spostava con una velocità di  21.35 “/minuto ,un rapido calcolo e mi è uscito  un tempo di espozione  di soli 6 secondi ! Mi son detto vedrò  solo strisciate di stelle ma proviamoci , e un po’ che non misuro sassi . La magnitudine di 17.8 mi ha aiutato  già con uno stack di 22 pose sono riuscito a vedere nelle immagini  l’asteroide ed  inviare le misure al Minor Planet Center  cambiando la linea preformattata  del report     “TEL “da Newton a Cassegrain , speriamo che presto possa ritornare a Newton con il nuovo bestione in costruzione. L’asteroide in questione è stato scoperto dall’osservatorio  T08 – ATLAS-MLO, Mauna Loa  delle isole  Hawai la sera del 17 Luglio come si evince dai  report osservativi , fatti successivamnetne anche  dai vari osservatori professionali e non che stanno cercando di stabilire se appartiene alla categori a dei Near Earth Object o meno .

A1030no C2017 07 17.40033 17 26 35.27 -07 36 52.5 17.5 oLNEOCPT08
A1030no C2017 07 17.40916 17 26 33.79 -07 31 16.5 17.5 oLNEOCPT08
A1030no C2017 07 17.42648 17 26 30.84 -07 20 16.7 17.4 oLNEOCPT08
A1030no KC2017 07 17.95297 17 25 33.80 -01 57 07.6 17.6 UNEOCP104                            
A1030no KC2017 07 17.96121 17 25 32.65 -01 52 12.9 17.4 UNEOCP104
A1030no KC2017 07 17.96533 17 25 32.05 -01 49 45.7 17.4 UNEOCP104
A1030no KC2017 07 17.97564 17 25 30.58 -01 43 37.6 17.5 UNEOCP104
A1030no |C2017 07 18.00484 17 25 36.33 -01 23 26.8 18.0 VuNEOCP807
A1030no |C2017 07 18.00666 17 25 36.05 -01 22 21.9 18.0 VuNEOCP807
A1030no |C2017 07 18.00848 17 25 35.78 -01 21 17.5 18.1 VuNEOCP807
A1030no |C2017 07 18.01031 17 25 35.52 -01 20 12.2 18.1 VuNEOCP807
A1030no |C2017 07 18.01212 17 25 35.24 -01 19 08.3 18.0 VuNEOCP807
A1030no |C2017 07 18.01393 17 25 34.98 -01 18 03.6 18.1 VuNEOCP807
A1030no |C2017 07 18.01575 17 25 34.69 -01 16 59.3 17.9 VuNEOCP807
A1030no |C2017 07 18.01758 17 25 34.43 -01 15 54.5 18.3 VuNEOCP807
A1030no KC2017 07 18.16246817 25 14.56 +00 06 18.3 18.1 VuNEOCPH21
A1030no KC2017 07 18.16398917 25 14.33 +00 07 11.2 18.2 VuNEOCPH21
A1030no KC2017 07 18.16701617 25 13.88 +00 08 56.6 18.0 VuNEOCPH21
A1030no KC2017 07 18.16853017 25 13.66 +00 09 49.2 18.1 VuNEOCPH21
A1030no KC2017 07 18.22036 17 25 07.02 +00 39 47.3 17.6 RqNEOCPH36
A1030no KC2017 07 18.22284 17 25 06.65 +00 41 13.7 17.8 RqNEOCPH36
A1030no KC2017 07 18.22579 17 25 06.22 +00 42 55.2 17.9 RqNEOCPH36
A1030no KC2017 07 18.47975 17 24 43.79 +03 09 04.7 17.7 VqNEOCPE23
A1030no KC2017 07 18.48530 17 24 42.99 +03 12 09.3 17.6 VqNEOCPE23
A1030no KC2017 07 18.49086 17 24 42.17 +03 15 13.9 17.6 VqNEOCPE23
A1030no KC2017 07 18.83145 17 24 12.13 +06 15 48.7 16.9 RqNEOCP107
A1030no KC2017 07 18.83767 17 24 11.31 +06 19 03.9 16.9 RqNEOCP107
A1030no KC2017 07 18.84389 17 24 10.49 +06 22 19.2 16.8 RqNEOCP107
A1030no KC2017 07 18.85012 17 24 09.69 +06 25 35.0 16.9 RqNEOCP107
A1030no KC2017 07 18.86139 17 24 08.62 +06 31 28.8 18.9 VqNEOCPC77
A1030no KC2017 07 18.86412 17 24 08.24 +06 32 54.6 17.7 VqNEOCPC77
A1030no KC2017 07 18.86680 17 24 07.55 +06 34 19.1 17.0 RqNEOCP160
A1030no KC2017 07 18.86690 17 24 07.88 +06 34 21.2 17.4 VqNEOCPC77
A1030no KC2017 07 18.86860 17 24 07.30 +06 35 15.5 17.0 RqNEOCP160
A1030no KC2017 07 18.86921 17 24 07.23 +06 35 34.4 17.1 RqNEOCP160
A1030no KC2017 07 18.87019 17 24 07.10 +06 36 05.1 17.1 RqNEOCP160
A1030no KC2017 07 18.87177 17 24 06.89 +06 36 54.3 17.1 RqNEOCP160
A1030no KC2017 07 18.87267517 24 06.49 +06 37 09.8 17.0 VUNEOCPG34
A1030no KC2017 07 18.87405917 24 06.31 +06 37 53.2 17.2 VUNEOCPG34
A1030no KC2017 07 18.87544117 24 06.14 +06 38 36.2 17.2 VUNEOCPG34
A1030no KC2017 07 18.87820517 24 05.76 +06 40 02.8 17.1 VUNEOCPG34
A1030no KC2017 07 18.88078 17 24 05.42 +06 41 31.7 17.6 VqNEOCP595
A1030no KC2017 07 18.88486 17 24 04.89 +06 43 39.1 17.6 VqNEOCP595
A1030no KC2017 07 18.88895 17 24 04.37 +06 45 46.4 17.6 VqNEOCP595
A1030no KC2017 07 18.89808 17 24 01.64 +06 50 21.4 17.3 RqNEOCP585
A1030no KC2017 07 18.89860 17 24 01.57 +06 50 37.4 17.2 RqNEOCP585
A1030no KC2017 07 18.89912 17 24 01.52 +06 50 53.4 17.2 RqNEOCP585
A1030no KC2017 07 18.89964 17 24 01.44 +06 51 09.9 17.2 RqNEOCP585
A1030no KC2017 07 18.90016 17 24 01.39 +06 51 26.9 17.3 RqNEOCP585
A1030no KC2017 07 18.90120 17 24 01.34 +06 51 58.4 17.5 RqNEOCP585
A1030no KC2017 07 18.90171 17 24 01.27 +06 52 14.5 17.3 RqNEOCP585
A1030no KC2017 07 18.90223 17 24 01.20 +06 52 30.8 17.2 RqNEOCP585
A1030no KC2017 07 18.93147 17 23 59.19 +07 07 49.3 tNEOCPK63
A1030no KC2017 07 18.93478 17 23 58.76 +07 09 31.2 tNEOCPK63
A1030no KC2017 07 18.93773 17 23 58.40 +07 11 02.4 tNEOCPK63
A1030no KC2017 07 18.93774017 23 59.83 +07 10 49.6 UNEOCPJ95
A1030no KC2017 07 18.93832917 23 59.76 +07 11 08.1 UNEOCPJ95
A1030no KC2017 07 18.93891017 23 59.68 +07 11 25.8 17.6 GUNEOCPJ95

Raggiunta la venti punto sei (20.6)

Raggiunta la magnitudine di 20.6 misurando l’asteroide YFA7B5C la notte del 31 marzo 2017 valori impensabili fino a poco tempo fa dove pensavo che il mio limite fosse alla magnitudine di 19.5

Durante le prime sessioni di ripresa Astrometrica ero sfiduciato,  con il sistema di lavoro che avevo progettato raggiungevo  a fatica la  magnitudine 19 ,  davo la colpa al  cielo  inquinato (e lo è realmente) , al correttore di coma che assorbiva luce . Spingevo sempre al massimo ma ottenevo poco , infatti  dopo  aver superato un certo numero di somma di frames  avevo  una immagine inutilizzabile perchè troppo scura cioè con troppo rumore. Poi organizzandomi  con   teli e schermi ( il mio osservatorio visto di notte sembra una tenda beduina)  sono riuscito ad attenuare il disturbo arrecato dall’inquinamento luminoso che comunque mi preclude ampie aree del cielo e  sono arrivato a  sfiorare la magnitudine 20 poi con pazienza e in zone di cielo  schermate    ho fatto il mio record personale  misurando l’asteroide YFA7B5C  venerdì 31 marzo . Una  serata con una trasparenza non ottima ma molto calma l’asteroide era dato per una magnitudine di 20,3 una velocitá di 5.97 secondi di arco al minuto  perciò relativamente veloce , dopo varie prove  ho eseguito  uno stack di 70 immagini  da 30 secondi e  ho iniziato  a leggere valori  di magnitudine delle stelle di campo  importanti  raggiungendo la 20.2  circa 400.000 volte inferiore  rispetto ad  una stella  di magnitudine 6 che è il limite della visibilità dell’occhio umano .Nella prima misura ho raggiunto la  20.40 nella  seconda  la 20.6 !  Uno scarto di soli 0.2 decimi di magnitudine sembra  poco ma in realtà essendo un valore che aumenta con il logaritmo di  2.512  e   lo  scostamento e veramente importante  penso di aver  raggiunto  i limiti strumentali e di rumore di fondo del cielo. Ecco le misure anche fatte da altri osservatori con la O maiuscola che confermano che il valore di magnitudine dell’oggetto da me misurato è corretto .

Il mio newton f4 continua sempre di  piu a stupirmi.

     YFA7B5C  C2017 03 31.21738 10 28 49.98 +40 20 00.2          20.3 RoNEOCP926
     YFA7B5C  C2017 03 31.28630 10 29 43.35 +40 19 05.4          20.2 RoNEOCP926
     YFA7B5C  C2017 03 31.29190 10 29 47.69 +40 19 00.6          20.1 RoNEOCP926
     YFA7B5C  C2017 03 31.81028 10 36 33.81 +40 11 23.2          20.6 VSNEOCP033
     YFA7B5C  C2017 03 31.81258 10 36 35.49 +40 11 21.4          20.4 VSNEOCP033
     YFA7B5C  C2017 03 31.81487 10 36 37.18 +40 11 19.6          20.5 VSNEOCP033
     YFA7B5C  C2017 03 31.81718 10 36 38.86 +40 11 17.6          20.5 VSNEOCP033
     YFA7B5C  C2017 03 31.81947 10 36 40.55 +40 11 15.5          20.6 VSNEOCP033
     YFA7B5C KC2017 03 31.88110 10 37 25.36 +40 10 28.9          19.8  tNEOCPK63
     YFA7B5C KC2017 03 31.88776 10 37 30.07 +40 10 22.7          20.4  tNEOCPK63
     YFA7B5C KC2017 03 31.89393 10 37 34.56 +40 10 16.5          20.6  tNEOCPK63
     YFA7B5C  C2017 04 01.19800 10 41 17.99 +40 05 34.9          20.6 RuNEOCP926
     YFA7B5C  C2017 04 01.20353 10 41 21.74 +40 05 30.3          20.9 RuNEOCP926
     YFA7B5C  C2017 04 01.35181 10 43 03.34 +40 02 48.8          20.6 RoNEOCP926
     YFA7B5C  C2017 04 01.35775 10 43 07.42 +40 02 41.4          20.4 RoNEOCP926
     YFA7B5C  C2017 04 01.36369 10 43 11.47 +40 02 34.4          20.3 RoNEOCP926

 

Animazione del movimento dell’asteroide.

 

La misura

E sono 100 !!

MPEC 2017-B60 : 2017 BO3 e 100 misure di NEO effettuate !

100 misure di asteroidi Near earth e circolare Mpec  dedicata con asteroide  di 19.3  misurato in questo periodo di cielo splendido .erano anni che in questa zona non si verificava un dicembre e gennaio con una cosi massiccia assenza di piogge (nessuno mi leva dalla testa che il clima sia collegato strettamente con il ciclo solare)

Insomma per farla breve dopo una nottata entusiasmante in collegamento diretto con l’osservatorio 104 metto in saccoccia la 100esima misura e la circolare

MPEC 2017-B60 : 2017 BO3 .

100!

E stasera si riprova a cercare un sasso con Mag > della  20°

2015 TB 145 un razzo sulle nostre teste che ci ha “sfiorato”

2015 TB 145 l’asteroide che ha “sfiorato la terra”

2015 TB145  è un asteroide near-Earth del diametro di 280-620 metri la cui orbita lo ha portato a circa 1,27 !! distanze lunari  dalla Terra il 31 ottobre 2015 alle ore 17:08 UT (18:08 ora italiana) alla velocità di circa 35 km/s (126.000 km/h). In corrispondenza del massimo avvicinamento alla Terra, l’asteroide ha raggiunto circa la decima magnitudine . L’asteroide si trovava nella costellazione del Toro  a circa 9 gradi dalla Luna, muovendosi ad una velocità di 3,4 gradi all’ora. Al momento di massimo avvicinamento alle 17:00 UT l’asteroide si trovava nella costellazione dell’Orsa Maggiore a circa 56 gradi dalla Luna e si muoveva a una velocità di 14,7 gradi all’ora.

 

Ripresa effettuata con newton 300mm f4
Ripresa effettuata con newton 300mm f4.
Mappatura radar dell'asteroide effettuata da dal National Science Foundation's Arecibo Observatory.
Mappatura radar dell’asteroide effettuata  dal National Science Foundation’s Arecibo Observatory.

FA FREDDO !!

Ma noi andiamo ad osservare ! Una delle poche serate veramente fredde di questo Dicembre 2016  -5º C alle 23.30 ma e’ sereno e la Luna inizia a disturbare solo sul tardi. Il tubo  acclimatato e pronto  per iniziare  la caccia agli asteroidi. Accendo la montatura   il computer e carico il software  Voyager. Connetto la  camera CCD e la faccio raffreddare fino  a -20°  , in casa  al calduccio il PC e già sulla pagina del Minor Planet Center relativa agli oggetti NEO. Filtro quelli abbordabili con una magnitudine inferiore alla 19.2  e memorizzo le coordinate per il puntamento del telescopio calcolo il tempo di esposizione  e sempre in Voyager imposto la cattura delle immagini e dei Dark . Nel contempo fuori seduto su una seggiolina in plastica mi  stà congelando il culo e anche se ho il cappello sento freddo nel collo (brutta cosa per la mia cervicale) mi sbrigo a fare il sync¹  della montatura e mi proietto in casa . Attivo Teamviewer e mi collego  muovo il telescopio fino alle coordinate del target “XYBC5F0” ,cosi si chiama questo sasso di 17º mag. che si muove nel cielo ed e’ stato scoperto da poche ore da una Survey. Dopo il plate solve² del campo per assicurarmi di essere esattamente dove dovrebbe trovasri  il sasso inizio le acquisizioni delle immagini  (21 secondi a frame) e lancio il programma  Astrometrica , per la riduzione dei dati , l’attesa è spasmodica appena ho un numero di frame sufficiente li utilizzo  e faccio lo stack per vedere  che magnitudine raggiungo nel frattempo fuori a -5° C succede questo.

telescopio giacciato telescopio utilizzato.
Telescopio giacciato telescopio utilizzato.

Ma in queste condizioni in inverno si sfrutta meglio la serata non essendoci umidità che  crea   condensa ovunque , mentre con il freddo asciutto basta ripararsi o stare in casa se avete il telescopio remotizzato. Fino a pochi anni fa (ero piú giovane) la notte per Castelvecchio si aggirava un losco figuro in tuta da sci berretto e sciarpa tanto da rendersi irriconoscibile con temperature simili a questa di stasera riuscivo a stare fuori anche 2 3 ore ma poi crollavo dal freddo e frettolosamente riponevo la strumentazione  distruggendomi la schiena durante il trasporto del telescopio e della montatura che cercavo di smontare il meno possibile. Poi una volta a letto se sfioravo mia moglie con un piede potevo rischiare  il linciaggio da quanto era freddo. W la tecnologia !

 

 

 

1)