2019 O3 Scambio di identità

Cometa scambiata per asteroide negli spazi siderali accade anche questo.

Se io fossi la cometa C/2019 O3 mi sentirei profondamente offesa per essere stata scambiata per un anonimo sasso siderale . Ma a rimettere le cose a posto ci ha pensato un Astrofilo romano che si occupa da anni di questi oggetti ambigui ,cioè asteroidi con parametri orbitali assimilabili ad oggetti di origine cometaria invece che asteroidale .

Sono oggetti peculiari e abbastanza rari , la loro scoperta è molto utile per capire i legami fisici e dinamici che ci posso essere fra queste due famiglie di oggetti suddivise dai ricercatori in asteroidi e comete.

L’oggetto e stato seguito da numerosi astrofili italiani grazie alla segnalazione del suddetto astrofilo che in una apposita mailing list aveva inviato un messaggio invitando gli astrofili ad eseguire ulteriori indagini osservative per una possibile presenza della chioma e di un accenno di coda . L’asteroide era comunque era già in una lista di sospettati avendo il prefisso A/ sul nome dello stesso.

Questo accadeva la notte del 18 Luglio 2020 mentre l’asteroide è stato scoperto il 14 Maggio 2019 dall’Osservatorio Palomar Mountain (I41) e già allora gli astronomi si erano resi conto che poteva trattarsi di una cometa ma fino al 18 luglio non vi è stata la conferma ufficiale.

Gli astrofili si mettono immediatamente al lavoro e inviano numerose osservazioni e segnalazioni al Minor Planet Center relative all’osservazione di attività cometaria dell’oggetto in questione . Il giorno 21 Luglio alle 23.27 Ut (le 01h 27m locali) con la Mpec 2020 064 viene attribuita all’oggetto in questione la denominazione di cometa. Nella suddetta circolare sono presenti numerosi osservatori italiani . K63 non viene inserito perchè le osservazioni sono state inviate circa 30 minuti dopo la chiusura della circolare e la sua emissione , sono cose che accadano purtroppo.

Se volete ulteriori informazioni sull’oggetto troverete utili informazioni sul sito del Minor Planet Center nel suo database oppure potete leggere la News UAI a questo LINK

Ecco le mie immagini relative alla cometa C/2019 O3

Somma di 29 immagini da 20 secondi nell’immagine in falsi colori si nota molto bene l’allungamento dell’oggetto segno di attività cometaria in corso. La cometa al momento della ripresa aveva una magnitudine attorno alla 17.5
La cometa 2019 O3 al centro del campo l’animazione fa vedere il movimento relativo della cometa in un lasso di tempo di circa 10 minuti.

Il passaggio ravvicinato di 1999 KW4 (66391)

Il passaggio ravvicinato alla terra di 1994 KW4 la sera del 31 maggio 2019

Di asteroidi ce ne sono tantissimi anche attorno alla terra ma quando passano questi pezzi da novanta un briciolo di attenzione gli va concessa. 1994 KW4 è un PHA del diametro di 1,5 km e si porta con se un satellite di 500 m di lunghezzza . Pensate che Aphofis scoperto dal nostro Astronomo Lorenzo Bernardi e considerato uno dei piu pericolosi per la vita sulla terra ha una lunghezza di appena 370 metri . Comunque per adesso non dobbiamo preoccuparci infatti 1999 KW4 è transitato  alla ragguardevole distanza dalla terra di 4,5 milioni di Km e la sua orbita non desta particolari preoccupazioni.
Grosso , binario allora ho deciso di effettuare alcune riprese la sera del massimo avvicinamento alla terra anche se il meteo non era il massimo e la posizione dell’asteroide rispetto al mio luogo di osservazione molto sfavorevole.Durante il suo avvicinamento ha raggiunto uma luminosita di 13 magnitudini molto al di sopra  della soglia di visibilita ad occhio nudo che si attesta intorno a 5.5/6 ma con un telescopio dotato di camera di ripresa l’impresa non era impossibile , con il mio bestione un gioco da ragazzi.
Appena dopo il crepuscolo ho puntanto il telescopio al confine tra il leone e la vergine e ho iniziato ad acquisire una serie di immagini della durata di 10 secondi l’asteroide era ben visibile e con un ottimo SNR (28) , peccato non aver potuto  effettuare una sessione fotometrica per rilevare la sua natura binaria ma il tempo di visibilita dell’oggetto me lo ha impedito. Prima che venisse eclissato dagli ostacoli geografici sono riuscito a carpire 65 frame utili per una durata totale di 10 minuti . Ed eccovi un po di dati su questo asteroide prima dello show grafico.

Anno di scoperta 1999

Scopritore LINEAR survey
Dimensioni 1,317 km
Periodo di rotazione 2,79 h
Magnitudine assoluta (H) 16,5
Periodo orbital 188 giorni
Eccentricita 0,6886
Moto prorio 1° 54m 54s/G

Immagine radar radiotelescopio Goldstone
Simulazione della rotazione fonte ESA
Dove si trovava l’asteroide al momento dell’osservazione.

Lo spazio percorso da 1999 KW4 in 10 minuti di riprese. In alto a destra la galassia NGC 3863 mag 13.3 ci sono tante altre piccole galassie riuscite a vederle ?

l’immagine e stata eleborata con il programma Aladin v.10.0 ed 138 una sovrapposione di quella acquisita da me e una immagine del catalogo DSS.
Un singolo frame della durata di 10 secondi 1999 KW3 è leggemente piu in alto della stella luminosa ksi Virgo di Mag. 5.1 percio visibile ad occhio nudo da cieli bui.

Sassi e Galassie

Cercare Asteroidi e trovare galassie .
Una bella immagine di una lontanissima galassia e stata acquisita durante la misurazione di un asteroide NEOCP.

Non di rado nel campo di ripresa utilizzato per la ricerca e la misurazione astrometrica di un Asteroide NEOCP ci si imbatte in galassie. Stasera ne ho trovata una nel secondo oggetto scelto dalla lista del Minor Planet Center . L’asteroide C0CJY62 un sassetto appena scoperto dall’ osservatorio G96 Mt. Lemmon Survey e da me misurato nelle riprese effettuate con una durata di 30 secondi ciascuna rivelava un batuffoletto in un angolo . Per sincerarmi di cosa fosse ho eseguito uno stack di 60 immagini (una somma delle immagini da 30 secondi per un totale di 900″) e la galassietta e’ apparsa in tutto il suo splendore . Tramite il software Simbad dell’ ESO ho individuato la galassia codificata con UGC 6780 che brilla con una magnitudie di 14,7

La traccia dell’asteroide e nell’angolo in basso la galassietta.

Ingrandimento della galassia utilizzando il software Aladin.
Una immagine della galassia dal catalogo SDSS ( The Sloan Digital Sky Survey ) a colori
r.a 11:48:50.35 dec -02:01:57.5

ed infine parliamo del sasso misurato nelle immagini seguenti la presunta orbita dell oggetto e una immagine catturata dal telescopio di 0,4 metri dell’Osservatorio G. Pascoli di Castelvecchio.

L’oggetto e’ a  9,2 distanze lunari dalla Terra (9,2×380.00 km)

somma di 10 immagini da 30 secondi per evidenziare e misurare l’asteroide (all’interno del cerchietto rosa)

 

PASQUA 2018 con la Cometa 74P 74P/Smirnova-Chernykh –

La cometa 74P/Smirnova-Chernykh osservata la sera di Pasqua 2018 , dopo molti giorni di maltempo si riapre l’osservatorio. In concomitanza con la caduta della stazione spaziale cinese.

Sapete tutti che la Pasqua cade sempre con la Luna piena perciò in questo periodo effettuare misurazioni di NEO che sono intrisicamente poco luminosi diventa difficile , ma dopo dopo tanti noiosissimi giorni di pioggia  dovevo puntare gli occhi al cielo. Ho  dato un occhiata alla NEOCP list per vedere se vi erano asteroidi a tiro di schioppo ma nulla , allora mentre tutti sono a guardare il cielo per capire se un pezzo della stazione spaziali cinese cadra’ sulle loro teste  io ho aperto il mio planetario sul PC e ho visto che la 0074/P (74P/Smirnova-Chernykh) era ben piazzata nella costellazione del Leone , perchè non misurarla.Detto fatto ho  puntato la zona di cielo in cui transitava la cometa ed ho iniziato una semplice sessione di ripresa con pose di 30 secondi. Eccola qua ha un microaccenno di coda  ma per adesso niente di eccezionale. Pose di 30 secondi  , ne ho sommate solo 15 sulle 40 effettuate perchè il fondo cielo rischiarato dalla Luna non mi permetteva di aumentarne il numero . Mi ero scordato ma lo scorso anno con il vecchio telescopio ho effettuato delle misure di questa cometa che sono state pubblicate nella  circolare del Minor Planet Center – 2017 A77 –   

 

 

Se volete seguire il suo percorso nel cielo  esiste un sito web veramente ben fatto  che vi fa vedere tutte le comete attuali e vi crea anche una cartina ad hoc per poterle individuare, chiaramente se la magnitudine raggiunta dalla cometa è compatibile con gli strumenti a vostra disposizione a partire dagli occhi per finire con un telescopio di 30 cm di apertura.

Ecco il lik al sito in the sky org 

Alcuni dati sulla cometa e la sua orbita

Epoch 2018 Feb. 11.0 TT = JDT 2458160.5
T 2018 Jan. 26.70761 TT                                 MPCW
q   3.5364633            (2000.0)            P               Q
n   0.11627488     Peri.   87.13557     -0.95561948     -0.27210081
a   4.1573071      Node    77.05558     +0.20253241     -0.88515165
e   0.1493380      Incl.    6.65391     +0.21394400     -0.37744896
P   8.48
From 3570 observations 1981 Sept. 27-2017 Jan. 9, mean residual 0".7.
     Nongravitational parameters Y1 = +0.01, Y2 = -0.0073.

Mica sempre sassi… SN 2018zd

Stasera in attesa di altri giorni di pioggia di questo lungo inverno 2018 ,al comparire delle prime velature ho cessato l’attività di ripresa dei NEOCP , ma prima di chiudere l’osservatorio ho letto  su Facebook un post dell’Astrofilo Paolo Campaner in cui pubblicava  una bella foto di una galassia in cui era esplosa   una supernova questo mi   ha convinto a prolungare  ulteriormente la sessione e ad indirizzare il telescopio  sulla galassia  NGC2146 nella costellazione della Giraffa. La galassia , una spirale barrate SB(s)ab, ha una magnitudine apparente di 11.38  ed è posta ad una distanza di 70 milioni di anni luce . Questa  è la seconda esplosione di  una  supernova in questa galassia  infatti già  nel  2005 (SN2005V)  si registro un evento SN di tipo Ib/c scoperto dallo spettrografo LIRIS . La seconda esplosione , è avvenuta  6 giorni fa ,infatti il  2  marzo 2018  l’astrofilo Giapponese  Koichi Itagaki  ha immortalato per primo  la supernova  che aveva una magnitudine di 17.8.

Ecco Il report e la designazione della scoperta.

IAU Designation: SN 2018zd
Coordinates (J2000): RA = 06:18:03.18 (94.51325) DEC = +78:22:00.90 (78.366917)
Discovery date: 2018-03-02 11:40:16 (JD=2458179.9862963)
Potential host galaxy: NGC 2146
Photometry
Discovery (first detection):
Discovery date: 2018-03-02 11:40:16
Flux: 17.8 VegaMag
Filter: Clear-
Instrument: Other
Telescope: Other
Remarks: 0.5-m f6.8
Last non-detection:
Archival info: DSS

Altre  informazioni  le potete trovare qui : wis-tns

Ed ecco la foto scattata venerdi 8 marzo 2018  dall’Osservatorio G. Pascoli di Castelvecchio .

Ripresa in Binning 1 con il newton da 0.4 metri  crop al 50%  di una somma di 30 immagini da 15 secondi.

 

….Segue raggiunta la 20 punto 6 (20.6)

Circolare MPEC 2017 G17 del 2 Aprile 2017 In cui ho misurato l’asteroide K17FC8O raggiungendo la magnitudiine 20.6 con la mia strumentazione.

Ecco,  la nottata in bianco passata  a misurare questi sassi astrali è stata  ripagata dalla pubblicazione  della circolare del Minor Planet Cente  2017 G17  in cui è inserita la mia misura con una magnitudine raggiunta dalla mia strumentazione pari a 20.6 !

MPEC 2017-G17 : 2017 FO128



M.P.E.C. 2017-G17                                Issued 2017 Apr. 2, 18:40 UT

     The Minor Planet Electronic Circulars contain information on unusual
         minor planets and routine data on comets.  They are published
    on behalf of Division F of the International Astronomical Union by the
          Minor Planet Center, Smithsonian Astrophysical Observatory,
                          Cambridge, MA 02138, U.S.A.

             Prepared using the Tamkin Foundation Computer Network

                              [email protected]
            URL http://www.minorplanetcenter.net/    ISSN 1523-6714

                                  2017 FO128

Observations:
     K17FC8O* C2017 03 30.26183 10 15 09.40 +40 28 59.8          19.6 VqEG017G96
     K17FC8O  C2017 03 30.26611 10 15 13.15 +40 28 58.0          19.7 VqEG017G96
     K17FC8O  C2017 03 30.27042 10 15 16.93 +40 28 55.7          19.8 VqEG017G96
     K17FC8O  C2017 03 30.27470 10 15 20.67 +40 28 53.9          19.7 VqEG017G96
     K17FC8O  C2017 03 30.78936 10 22 56.76 +40 24 19.1          19.7 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 30.79167 10 22 58.71 +40 24 18.0          19.6 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 30.79396 10 23 00.61 +40 24 16.8          19.7 VSEG017033
     K17FC8O KC2017 03 30.84458 10 23 42.40 +40 23 51.2          18.6 RqEG017K61
     K17FC8O KC2017 03 30.84562 10 23 43.25 +40 23 50.7          18.5 RqEG017K61
     K17FC8O KC2017 03 30.84575 10 23 43.37 +40 23 50.6          18.7 RqEG017K61
     K17FC8O  C2017 03 30.87473 10 24 07.18 +40 23 31.5          20.2 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 30.87703 10 24 09.07 +40 23 30.1          20.1 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 31.12191 10 27 28.52 +40 20 20.9          20.8 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 31.12420 10 27 30.44 +40 20 18.8          20.7 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 31.12608 10 27 38.43 +40 20 59.3          19.9 VqEG017I52
     K17FC8O  C2017 03 31.12650 10 27 32.28 +40 20 16.9          20.8 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 31.12650 10 27 38.76 +40 20 59.0          19.8 VqEG017I52
     K17FC8O  C2017 03 31.12691 10 27 39.07 +40 20 58.4          20.1 VqEG017I52
     K17FC8O  C2017 03 31.12732 10 27 39.41 +40 20 58.2          20.3 VqEG017I52
     K17FC8O  C2017 03 31.21738 10 28 49.98 +40 20 00.2          20.3 RoEG017926
     K17FC8O  C2017 03 31.28630 10 29 43.35 +40 19 05.4          20.2 RoEG017926
     K17FC8O  C2017 03 31.29190 10 29 47.69 +40 19 00.6          20.1 RoEG017926
     K17FC8O  C2017 03 31.81028 10 36 33.81 +40 11 23.2          20.6 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 31.81258 10 36 35.49 +40 11 21.4          20.4 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 31.81487 10 36 37.18 +40 11 19.6          20.5 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 31.81718 10 36 38.86 +40 11 17.6          20.5 VSEG017033
     K17FC8O  C2017 03 31.81947 10 36 40.55 +40 11 15.5          20.6 VSEG017033
     K17FC8O KC2017 03 31.88110 10 37 25.36 +40 10 28.9          19.8  tEG017K63
     K17FC8O KC2017 03 31.88776 10 37 30.07 +40 10 22.7          20.4  tEG017K63
     K17FC8O KC2017 03 31.89393 10 37 34.56 +40 10 16.5          20.6  tEG017K63
     K17FC8O  C2017 04 01.19800 10 41 17.99 +40 05 34.9          20.6 RuEG017926
     K17FC8O  C2017 04 01.20353 10 41 21.74 +40 05 30.3          20.9 RuEG017926
     K17FC8O  C2017 04 01.35181 10 43 03.34 +40 02 48.8          20.6 RoEG017926
     K17FC8O  C2017 04 01.35775 10 43 07.42 +40 02 41.4          20.4 RoEG017926
     K17FC8O  C2017 04 01.36369 10 43 11.47 +40 02 34.4          20.3 RoEG017926
     K17FC8O KC2017 04 02.02197 10 50 38.82 +39 50 14.7                UEG017J95
     K17FC8O KC2017 04 02.02983 10 50 43.85 +39 50 04.6                UEG017J95
     K17FC8O KC2017 04 02.03577 10 50 47.59 +39 49 57.6          19.9 GUEG017J95

Observer details:
033 Karl Schwarzschild Observatory, Tautenburg.  Observers F. Ludwig,
    B. Stecklum.  Measurer B. Stecklum.  1.34-m f/3 Schmidt + CCD.
926 Tenagra II Observatory.  Observers M. Schwartz, P. R. Holvorcem.  Measurer
    M. Schwartz.  0.41-m f/3.75 astrograph + CCD, 0.81-m f/7 Ritchey-Chretien
    + CCD.
G96 Mt. Lemmon Survey.  Observer R. G. Matheny.  Measurers E. J. Christensen,
    D. C. Fuls, A. R. Gibbs, A. D. Grauer, J. A. Johnson, R. A. Kowalski,
    S. M. Larson, G. J. Leonard, R. G. Matheny, R. L. Seaman, F. C. Shelly.
    1.5-m reflector + 10K CCD.
I52 Steward Observatory, Mt. Lemmon Station.  Observer J. A. Johnson.
    Measurers E. J. Christensen, D. C. Fuls, A. R. Gibbs, A. D. Grauer,
    J. A. Johnson, R. A. Kowalski, S. M. Larson, G. J. Leonard, R. G. Matheny,
    R. L. Seaman, F. C. Shelly.  1.0-m reflector + CCD.
J95 Great Shefford.  Observer P. Birtwhistle.  0.40-m f/6.0 Schmidt-Cassegrain
    + CCD.
K61 Rokycany Observatory.  Observers M. Adamovsky, J. Stacke.  Measurer
    M. Adamovsky.  0.51-m f/6.8 reflector + CCD.
K63 G. Pascoli Observatory, Castelvecchio Pascoli.  Observer R. Bacci.  0.30-m
    f/4 Newtonian reflector + CCD.

Orbital elements:
2017 FO128                                               Earth MOID = 0.0056 AU
Epoch 2017 Feb. 16.0 TT = JDT 2457800.5                 MPC
M   4.40668              (2000.0)            P               Q
n   0.43192443     Peri.  300.88088     -0.44052696     -0.89738195
a   1.7332620      Node   175.04863     +0.89076766     -0.44044145
e   0.5172842      Incl.   17.06652     +0.11166461     -0.02677608
P   2.28           H   22.6           G   0.15           U   8
Residuals in seconds of arc
170330 G96  0.3-  0.1-    170331 033  0.4+  0.1+    170331 033  0.4+  0.0
170330 G96  0.4-  0.0     170331 I52  0.1+  0.0     170331 K63  0.7-  0.4+
170330 G96  0.3-  0.3-    170331 033  0.1-  0.2+    170331 K63  1.7-  0.4+
170330 G96  0.4-  0.1-    170331 I52  0.1+  0.0     170331 K63  1.2-  0.1-
170330 033  0.3-  0.0     170331 I52  0.1-  0.4-    170401 926  0.2-  0.1-
170330 033  0.0   0.0     170331 I52  0.1+  0.4-    170401 926  0.9-  0.7+
170330 033  0.0   0.0     170331 926  0.2+  0.1-    170401 926  0.3+  0.4+
170330 K61  0.9+  0.1+    170331 926  0.1+  0.0     170401 926  0.5+  0.1+
170330 K61  0.8+  0.2+    170331 926  0.2+  0.0     170401 926  0.2+  0.2+
170330 K61  1.0+  0.1+    170331 033  0.2+  0.1-    170402 J95  0.2-  0.0
170330 033  0.1+  0.0     170331 033  0.1+  0.0     170402 J95  0.3+  0.3-
170330 033  0.2+  0.0     170331 033  0.3+  0.2+    170402 J95  0.0   0.1+
170331 033  0.2-  0.2+    170331 033  0.2+  0.1+

Ephemeris:
2017 FO128               a,e,i = 1.73, 0.52, 17                  q = 0.8367
Date    TT    R. A. (2000) Decl.     Delta      r     Elong.  Phase     V
2017 03 03    02 41 01.9 -17 26 39   0.1834  0.9018    56.0   114.2    23.1
...
2017 03 18    05 21 09.3 +14 31 07   0.08002 0.9890    83.2    92.2    20.4
...
2017 03 26    08 51 51.1 +38 59 38   0.09496 1.0443   117.1    58.2    19.7
...
2017 04 01    10 38 52.7 +40 08 41   0.1378  1.0883   127.3    46.9    20.3
2017 04 02    10 50 25.8 +39 50 57   0.1461  1.0958   128.1    45.8    20.4
2017 04 03    11 00 42.0 +39 30 32   0.1546  1.1033   128.8    44.9    20.5
...
2017 04 09    11 43 35.0 +37 09 21   0.2088  1.1493   131.0    41.2    21.1
...
2017 04 17    12 14 17.2 +34 07 53   0.2870  1.2117   131.1    38.7    21.9
...
2017 05 02    12 44 01.5 +29 06 18   0.4468  1.3301   128.0    36.7    23.0

A. U. Tomatic                (C) Copyright 2017 MPC           M.P.E.C. 2017-G17