Grosso Veloce Luminoso Confermato ! ZTF03c (2019 LZ4)

Confermato un veloce e luminoso asteroide NEOCP la sera del 8 giugno 2019 . L’osservatorio di Castelvecchio Pascoli è il secondo osservatorio al mondo ad aver osservato e misurato questo oggetto. inserito nella lista dei NEOCP dal Minor Planet Center.

Ore 22.05 di un Sabato castelvecchiese in cui da casa si sente la musica provenire da una festa di matrimonio. Serata calda cielo non limpidissimo anzi con parecchia foschia , stanchezza dalla giornata di mare appena passata . Ma se in cielo brilla una stella l’osservatorio K63 apre ed inizia la sua caccia . Caccia che stasera è stata veramente fruttuosa infatti ho effettuato una “Conferma” di un NEOCP .Cosa significa confermare un NEOCP ? Molto semplice essere il secondo osservatorio al mondo che osserva un asteroide scoperto da un altro osservatorio e ne conferma l’esistenza. Figo ! Oltre a questo il sasso in questione è molto veloce e anche mooolto luminoso essendo di 14esima magnitudine un valore inusuale per oggetti NEOCP. In questi casi il fattore C conta molto perchè l’oggetto non avendo un orbita ben definita puoi essere in un “ovunque” determinato da valori statistici estrapolati solo da quella manciata di valori delle prime misurazioni dell’osservatorio che lo ha scoperto . Che si trovi esattamente dove l’orbita calcolata dice che sia è molto raro sopratutto con asteroidi molto vicini e veloci come questo . Allora come ho fatto a beccarlo ? Semplice si aspetta avanti o dietro la sua posizione calcolata cioè si posiziona il telescopio alle coordinate che dovrebbe avere ad un tempo T + 5 o 10 minuti oppure T -5 o -10 minuti rispetto alle cooridnate date per il tempo corrente . Io mi sono spostato di 5 minuti avanti alla sua posizione calcolata a BAM , preso . Ma mi e andata bene potevo stare anche 2 ore a muovere il telescopio di qua di la in basso e in alto rispetto alla posizione teorica e non trovare nulla. ed Invece….

Una delle immagini di conferma del NEOCP ZTF03c
somma di 10 immagini da 4 secondi per poter misurare la posizione dell’asteroide con un buon rapporto segnale rumore.

Sembra facile , ma e come cercare un ago in un pagliaio e ve lo faccio vedere con le immagini successive . Se alzate gli occhi al cielo il vostro sguardo spazia per una bella porzione di esso , ma se utilizzate un binocolo in funzione del campo che ha , arriverete a coprire una zona di circa 7 gradi cioe una piccola porzione di cielo , utilizzando il telescopio invece il campo si riduce ad un area simile a quella di una cannuccia , ma non le cannucce grosse da Spritz quelle piccole da Esta-te’ !

Eccolo il campo inquadrato dal mio telescopio che e di cira 42×20 Minuti di arco praticamente un puntino in cielo se visto ad occhio nudo.

     

Dimenticavo di dirvi che l’asteroide in oggetto è stato scoperto da un osservatorio professionale con un telescopio di 1,2 metri il codice MPEC (che dovreste gia sapere cosa sia) è I41 Palomar Mountain Observatory , vi ricorda qualcosa ? dateci un occhiata cliccando su questo Link

Ed ecco l’orbita NON definitiva ma basata sulle mie osservazioni e di altri osservatori che grazie anche alle mie hanno trovato e misurato successivamente l’asteroide in oggetto , sotto i parametri orbitali PROVVISORI.

Orbital elements:  ZTF03cF
   Perihelion 2019 Apr 18.580933 +/- 0.0153 TT = 13:56:32 (JD 2458592.080933)
Epoch 2019 Jun  9.0 TT = JDT 2458643.5   Earth MOID: 0.0008   Ma: 0.0075
M  29.31924102 +/- 0.034            (J2000 ecliptic)          Auto-Find
n   0.57020173 +/- 0.000506         Peri.  293.46861 +/- 0.008
a   1.44029138 +/- 0.000851         Node   254.84463 +/- 0.0007
e   0.4265695 +/- 0.00042           Incl.    2.02540 +/- 0.0016
P   1.73/631.34d           H 24.5   G  0.15   U  7.6  
q 0.82590697 +/- 0.000123    Q 2.05467579 +/- 0.00182
From 44 observations 2019 June 8 (16.5 hr); mean residual 0".46
Le prime misure
E una rappresentazione grafica dell’orbita dell oggetto ancora da confermare come tale .

Aggiornamento finalmente è uscita al circolare mpec con oltre 280 misurazioni , resta il fatto che la conferma è stata effettuata da K63!

La cirolare MPEc in questioe e la MPEC 2019-M14 : 2019 LZ4

Proficue serate invernali

K63 molto attivo in questo Gennaio 2018 nonostante il maltempo sono stati gia osseravti moltia asteroidi che hanno permesso di arrivare alla presenza in 14 circolari del Minor Planet Center!

La prima parte di Gennaio nonostante le non molte serate senza nubi  mi vede molto attivo sul fronte misurazioni astrometriche,  ad oggi ho gia  molti NEOCP misurati una probabile  cometa ed una  conferma,  con una media di 5 misurazioni per ogni sessione osservativa. Nelle immagini sottostanti possiamo vedere le orbite presunte degli oggetti che sono stati misurati  stanotte.

Ed un close up per  osservare il traffico  attorno alla nostra palletta  chiamata Terra.

Sono i seguenti:

2018 BB3

2018 BC3

2018 BA3

ZAA01CF possibile cometa .

P10GorH Confermato ! Molto probabile che appartenga alla fascia  principale .

ZB02A70  NEO Veloce e luminoso !        Eccolo qua immortalato e misurato la notte del 21.01.2018

 

 

Gennaio non è ancora terminato,  prima che la Luna arrechi disturbo speriamo di incrementare  risultati , attualmente  l’osservatorio G.Pascoli è presente in 14 circolari del Minor Planet Center uscite nel 2018 , risultando uno degli  osservatori  amatoriali tra i piu attivi.

 

 

Fotometria del PHA 2017 YH1

Fotometria parziale del Neocp YY28161 scoperto dalla Catalina sky survei la notte del 20 dicembre 2017.

Il Neocp in questione è stato scoperto dal sistema automatizzato di derivazione militare Catalina Sky Survey dislocato in Arizona la notte del 20 Dicembre 2017  . La magnitudine  di 13.9 e i  parametri orbitali che lo categorizzavano come un oggetto PHA   (Potentially Hazardous Asteroid) poi confermati   nella  circolare del minor planet center  MPEC 2017-Y70  2017 YH1  uscita  il 23 Dicembre ha fatto si che sia stato seguito da ben 26  Osservatori dislocati in tutto il mondo  che hanno inviato le misure astrometriche  per la determinazione dell’orbita. I parametri orbitali  della circolare ne confermano l’attribuzione alla famiglia dei PHA  con  dimensioni  dell’asteroide stimate intorno ai 200 metri e una  magnitudine assoluta H di 21.2 .

2017 YH1 PHA MOID = 0.0059 AU

Epoch 2017 Sept. 4.0 TT = JDT 2458000.5                 MPC
M 332.51903              (2000.0)            P               Q
n   0.40333234     Peri.  307.84409     +0.78997055     -0.55014116
a   1.8142370      Node    87.12131     +0.61230096     +0.68466515
e   0.5261370      Incl.   15.72769     +0.03215693     +0.47809867
P   2.44           H   21.2           G   0.15           U   6

Le caratteristiche orbitali e la luminosità dell’ oggetto  lo hanno fatto diventare per la strumentazione del mio osservatorio amatoriale  un target fotometrico interessante  . Una volta inviate le misure astrometriche al Minor Planet Center ho iniziato una sessione fotometrica ,della durata di circa 4h che  è terminata quasi all’alba . Nel frattempo  ho inviato la richiesta di assistenza alla  maillist della sezione  Asteroidi  dell’ Unione Astrofili Italiani e sul canale Whats-Up della stessa per iniziare una una campagna osservativa intensiva   dell’asteroide con codice  temporaneamente assegnato  “YY28161” .        Gli osservatori astronomici che hanno  contribuito alla campagna fotometrica  del PHA  nelle notti  dal 20 Dicembre al 25 ! Dicembre   sono :

104 Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese Martina Maestripieri , Paolo Bacci strumentazione  0.6-m f.4Newton

K38 M57 Observatory , Giorgio Baj  Strumentazione: 0.30-m f/5.5 Ritchey-Chretien 

K63  G.Pascoli Observatory ,Roberto Bacci  Strumentazione 0.40-m f3.2 Newton

Sono state raccolte circa 25 ore di osservazione ,   in alcuni casi disturbate da velature , ma il lavoro in team dei 3 osservatori   ha permesso di determinare il periodo di rotazione dell’asteroide 2017 YH1  in   10,16 ore . La riduzione dei  dati è stata eseguita  con il  software MPOcanopus e  la variazione  di luminosità  è  pari a 0.35 magnitudini nel periodo . La curva di luce qui pubblicata è  da considerarsi ancora provvisoria in attesa di un ulteriore affinamento  da parte dell’Astronomo Albino Carbognani  dell’Osservatorio della valle d’Aosta a cui sono stati inviati i dati grezzi.

 

2017 YH1 light curve.

 

 

Il risultato ottenuto di per se è molto interessante per la peculirità dell’oggetto  ma il raggiungimento dell’ obbiettivo è stato possibile solo grazie  al lavoro in team degli osservatori coinvolti  e dal supporto tecnico di Astronomi professionisti. Questo deve spronarci affinche ulteriori osservatori si aggiungano all’elenco di quelli che si occupano di fotometria  in seno alle campagne osservative organizzate e coordinate dalla sezione di ricerca Asteroidi dell’ Unione Astrofili Italiani.

Roberto Bacci

Circolare MPEC 2017-W83 DA INCORNICIARE

UNA CIRCOLARE MPEC DA INCORNICIARE !

Trattasi della circolare elettronica  MPEC 2017-W83 : 2017 WM1   del Minor Planet Center in cui sono presenti le misure astrometriche degli osservatori  K63 e 104 in cui come “Observer” è presente Bacci Paolo,mio fratello  ! Le misure sono state effettuate a circa 24 ore di distanza e determinano l’orbita  di un asteroide NEO.

M.P.E.C. 2017-W83                                Issued 2017 Nov. 20, 20:21 UT

     The Minor Planet Electronic Circulars contain information on unusual
         minor planets and routine data on comets.  They are published
    on behalf of Division F of the International Astronomical Union by the
          Minor Planet Center, Smithsonian Astrophysical Observatory,
                          Cambridge, MA 02138, U.S.A.

             Prepared using the Tamkin Foundation Computer Network

                              [email protected]
            URL http://www.minorplanetcenter.net/    ISSN 1523-6714

                                   2017 WM1

Observations:
     K17W01M* C2017 11 18.29388 02 24 57.837+27 51 05.63     20.8 wLEW083F51
     K17W01M  C2017 11 18.30627 02 24 51.895+27 53 03.96     20.8 wLEW083F51
     K17W01M  C2017 11 18.31869 02 24 45.915+27 55 02.46     20.6 wLEW083F51
     K17W01M KC2017 11 18.88760 02 20 14.68 +29 26 02.5      20.7  UEW083104
     K17W01M KC2017 11 18.89558 02 20 10.62 +29 27 20.1      20.6  UEW083104
     K17W01M KC2017 11 18.90361 02 20 06.57 +29 28 38.7      20.7  UEW083104
     K17W01M  C2017 11 19.01789 02 19 08.45 +29 47 08.2      20.5 VSEW083033
     K17W01M  C2017 11 19.02249 02 19 06.07 +29 47 53.9      20.4 VSEW083033
     K17W01M  C2017 11 19.14766 02 18 07.08 +30 08 43.4      20.7 GUEW083I52
     K17W01M  C2017 11 19.14862 02 18 06.61 +30 08 52.5      20.5 GUEW083I52
     K17W01M  C2017 11 19.14958 02 18 06.06 +30 09 01.8      21.5 GUEW083I52
     K17W01M  C2017 11 19.15054 02 18 05.59 +30 09 11.7      20.3 GUEW083I52
     K17W01M  C2017 11 19.19086 02 17 44.52 +30 15 54.1      20.2 RoEW083926
     K17W01M  C2017 11 19.19400 02 17 42.83 +30 16 25.7      20.1 RoEW083926
     K17W01M  C2017 11 19.19714 02 17 41.24 +30 16 56.5      20.3 RoEW083926
     K17W01M KC2017 11 19.27504 02 16 59.21 +30 29 40.7      20.5 RqEW083734
     K17W01M KC2017 11 19.27891 02 16 57.15 +30 30 18.7      20.1 RqEW083734
     K17W01M KC2017 11 19.28230 02 16 55.39 +30 30 52.9      20.4 RqEW083734
     K17W01M KC2017 11 20.15235302 09 11.41 +32 57 29.7      20.4 VuEW083H21
     K17W01M KC2017 11 20.15810102 09 08.09 +32 58 29.2      20.6 VuEW083H21
     K17W01M KC2017 11 20.16393602 09 04.68 +32 59 29.2      20.6 VuEW083H21
     K17W01M  C2017 11 20.35663 02 07 12.48 +33 32 36.5      20.1 RoEW083926
     K17W01M  C2017 11 20.35992 02 07 10.54 +33 33 09.7      20.3 RoEW083926
     K17W01M  C2017 11 20.36318 02 07 08.62 +33 33 42.7      20.1 RoEW083926
     K17W01M KC2017 11 20.74315 02 03 31.07 +34 39 23.9      19.6  UEW083K63
     K17W01M KC2017 11 20.74794 02 03 28.15 +34 40 14.3      19.6  UEW083K63
     K17W01M KC2017 11 20.75170 02 03 25.85 +34 40 54.0      19.8  UEW083K63

Observer details:
033 Karl Schwarzschild Observatory, Tautenburg.  Observers F. Ludwig,
    B. Stecklum.  Measurer B. Stecklum.  1.34-m f/3 Schmidt + CCD.
104 San Marcello Pistoiese.  Observers P. Bacci, M. Maestripieri, M. D. Grazia.
    Measurers P. Bacci, L. Tesi, G. Fagioli.  0.60-m reflector + CCD.
734 Farpoint Observatory.  Observer G. Hug.  0.69-m reflector + CCD.
926 Tenagra II Observatory.  Observers M. Schwartz, P. R. Holvorcem.  Measurer
    M. Schwartz.  0.81-m f/7 Ritchey-Chretien + CCD.
F51 Pan-STARRS 1, Haleakala.  Observers J. Bulger, T. Lowe, A. Schultz,
    M. Willman.  Measurers K. Chambers, S. Chastel, L. Denneau, H. Flewelling,
    M. Huber, E. Lilly, E. Magnier, R. Wainscoat, C. Waters, R. Weryk.  1.8-m
    Ritchey-Chretien + CCD.
H21 Astronomical Research Observatory, Westfield.  Observer R. Holmes.
    Measurers S. Foglia, L. Buzzi, T. Linder, R. Holmes.  0.76-m f/3.0
    astrograph + CCD.
I52 Steward Observatory, Mt. Lemmon Station.  Observer R. G. Matheny.
    Measurers E. J. Christensen, D. C. Fuls, A. R. Gibbs, A. D. Grauer,
    J. A. Johnson, R. A. Kowalski, S. M. Larson, G. J. Leonard, R. G. Matheny,
    R. L. Seaman, F. C. Shelly.  1.0-m reflector + CCD.
K63 G. Pascoli Observatory, Castelvecchio Pascoli.  Observers R. Bacci,
    P. Bacci.  Measurer R. Bacci.  0.40-m f/3.2 Newtonian reflector + CCD.

Prima circolare MPC con il nuovo strumento ! NEO 2017 RW1

Prima circolare (M.P.E.C. 2017-R55) con il newton ! Serata di caccia aglia steroidi con 3 target in saccoccia anche se ho dovuto faticare a causa delle condizioni del cielo.


Nonostante le condizioni di cielo non ottimali  ieri sera ho effettuato diverse misure di asteroidi  senza riuscire a capire le reali prestazioni del 16″ per questo dovrò aspettare le fredde serate invernali senza la presenza di aria umida per spremere al meglio la belva. Ottenere misure sufficientemente  precise di questo asteroide non è stato facile ,  ho impiegato quasi un ora e mezza , il sassolino non voleva staccarsi dal fondo cielo e ho dovuto ripetere diverse volte le procedure di stacking e blinking. Ho voluto memorizzare nel mio BLOG questa circolare perchè  ho ottenute le misure confrontandomi con osservatori  professionali  eccetto l’onnipresente 104 del fratellone che ha comunque  dalla sua  un cielo migliore una camera di acquisizione professionale e un  telescopio  che raccoglie almeno il doppio di  fotoni rispetto al Newton di  K63 . Ma avanti sassi ! Fatevi sotto che qualcuno  vi osserva.



M.P.E.C. 2017-R55 Issued 2017 Sept. 14, 02:15 UT


     The Minor Planet Electronic Circulars contain information on unusual
         minor planets and routine data on comets.  They are published
    on behalf of Division F of the International Astronomical Union by the
          Minor Planet Center, Smithsonian Astrophysical Observatory,
                          Cambridge, MA 02138, U.S.A.

             Prepared using the Tamkin Foundation Computer Network

                              [email protected]
            URL http://www.minorplanetcenter.net/    ISSN 1523-6714

                                   2017 RW1

Observations:
     K17R01W* C2017 09 12.31635 22 33 38.168+00 38 19.06         20.0 wLER055F51
     K17R01W  C2017 09 12.32798 22 33 37.189+00 37 32.12         20.0 wLER055F51
     K17R01W  C2017 09 12.33960 22 33 36.188+00 36 45.31         19.9 wLER055F51
     K17R01W  C2017 09 12.35123 22 33 35.182+00 35 58.25         19.9 wLER055F51
     K17R01W  C2017 09 13.25840 22 32 41.16 -00 29 54.7          20.3 VqER055I52
     K17R01W  C2017 09 13.25917 22 32 41.11 -00 29 58.1          20.2 VqER055I52
     K17R01W  C2017 09 13.25993 22 32 41.05 -00 30 01.7          19.8 VqER055I52
     K17R01W  C2017 09 13.26070 22 32 40.98 -00 30 05.0          19.8 VqER055I52
     K17R01W  C2017 09 13.29105 22 32 38.11 -00 32 25.9          19.5 VoER055691
     K17R01W  C2017 09 13.29824 22 32 37.53 -00 32 58.6          19.5 VoER055691
     K17R01W  C2017 09 13.30551 22 32 36.83 -00 33 33.6          19.7 VoER055691
     K17R01W KC2017 09 13.81347 22 32 09.81 -01 14 55.1          18.6 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.81563 22 32 09.59 -01 15 06.4          19.1 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.81778 22 32 09.44 -01 15 16.9          18.3 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.82353 22 32 08.97 -01 15 45.8          18.9 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.82354 22 32 07.74 -01 15 56.0          19.6  tER055K63
     K17R01W KC2017 09 13.82568 22 32 08.78 -01 15 57.0          18.6 RtER055Z84
     K17R01W KC2017 09 13.82990 22 32 06.97 -01 16 30.1          18.7 VqER055595
     K17R01W KC2017 09 13.83188 22 32 06.78 -01 16 38.9          18.6 VqER055595
     K17R01W KC2017 09 13.83550 22 32 06.77 -01 16 56.4          19.1  tER055K63
     K17R01W KC2017 09 13.84129 22 32 06.23 -01 17 24.7          19.2  tER055K63
     K17R01W KC2017 09 13.91331 22 31 59.52 -01 23 34.2          18.8 RqER055104
     K17R01W KC2017 09 13.92026 22 31 58.81 -01 24 09.8          19.1 RqER055104
     K17R01W KC2017 09 13.92710 22 31 58.20 -01 24 45.4          18.9 RqER055104

Observer details:
104 San Marcello Pistoiese.  Observers P. Bacci, M. Maestripieri.  Measurers
    P. Bacci, L. Tesi, G. Fagioli.  0.60-m f/4 reflector + CCD.
595 Farra d'Isonzo.  Observers L. Bittesini, U. Montanar, E. Pettarin.
    Measurer E. Pettarin.  0.61-m f/4.0 reflector + CCD.
691 Steward Observatory, Kitt Peak.  Observer A. F. Tubbiolo.  0.9-m f/3
    reflector + CCD.
F51 Pan-STARRS 1, Haleakala.  Observers J. Bulger, T. Lowe, A. Schultz,
    M. Willman.  Measurers K. Chambers, S. Chastel, L. Denneau, H. Flewelling,
    M. Huber, E. Lilly, E. Magnier, R. Wainscoat, C. Waters, R. Weryk.  1.8-m
    Ritchey-Chretien + CCD.
I52 Steward Observatory, Mt. Lemmon Station.  Observer R. G. Matheny.
    Measurers E. J. Christensen, D. C. Fuls, A. R. Gibbs, A. D. Grauer,
    J. A. Johnson, R. A. Kowalski, S. M. Larson, G. J. Leonard, R. G. Matheny,
    R. L. Seaman, F. C. Shelly.  1.0-m reflector + CCD.
K63 G. Pascoli Observatory, Castelvecchio Pascoli.  Observer R. Bacci.  0.40-m
    f/3.2 Newtonian reflector + CCD.
Z84 Calar Alto-Schmidt.  Observer E. Schwab.  Measurers E. Schwab, M. Micheli,
    D. Koschny.  0.8-m f/3 Schmidt + CCD.

Orbital elements:
2017 RW1                                                 Earth MOID = 0.0219 AU
Epoch 2017 Sept. 4.0 TT = JDT 2458000.5                 MPC
M 328.44631              (2000.0)            P               Q
n   0.46842490     Peri.  252.50440     +0.40013899     -0.91629494
a   1.6420110      Node   173.82712     +0.88956441     +0.38384429
e   0.5040424      Incl.    9.14984     +0.22037229     +0.11431160
P   2.10           H   23.7           G   0.15           U   6
Residuals in seconds of arc
170912 F51  0.1-  0.0     170913 691  1.1-  0.0     170913 Z84  0.2+  0.0
170912 F51  0.0   0.1-    170913 691  0.4+  0.9+    170913 595  0.0   0.6-
170912 F51  0.0   0.0     170913 691  0.2+  0.1-    170913 595  0.2-  0.6+
170912 F51  0.1+  0.0     170913 Z84  0.1+  0.2-    170913 K63  0.3+  0.6-
170913 I52  0.4-  0.3-    170913 Z84  0.5-  0.5-    170913 K63  0.0   0.6+
170913 I52  0.0   0.1-    170913 Z84  0.0   0.1-    170913 104  0.9+  0.3+
170913 I52  0.1+  0.1-    170913 Z84  0.3+  0.3+    170913 104  0.2+  0.5+
170913 I52  0.2+  0.1+    170913 K63  1.2-  1.1-    170913 104  0.9+  0.2+

Ephemeris:
2017 RW1                 a,e,i = 1.64, 0.50, 9                   q = 0.8144
Date    TT    R. A. (2000) Decl.     Delta      r     Elong.  Phase     V
2017 08 15    22 42 17.5 +08 48 11   0.3445  1.3270   152.1    21.0    23.0
...
2017 08 30    22 40 43.4 +07 42 38   0.2077  1.2099   163.1    14.0    21.5
...
2017 09 07    22 37 23.1 +04 51 55   0.1428  1.1475   167.3    11.1    20.5
...
2017 09 13    22 32 56.5 -00 09 25   0.09736 1.1012   166.7    12.1    19.6
2017 09 14    22 31 53.3 -01 29 51   0.09009 1.0936   166.0    12.9    19.4
2017 09 15    22 30 41.2 -03 04 23   0.08293 1.0860   164.9    13.9    19.3
...
2017 09 21    22 16 11.8 -22 59 21   0.04356 1.0412   147.8    31.0    18.3
...
2017 09 29    11 43 59.8 -63 07 36   0.03755 0.9842    61.2   116.9    21.2
...
2017 10 14    10 55 03.2 -26 39 03   0.1395  0.8921    38.2   136.2    25.6

A. U. Tomatic                (C) Copyright 2017 MPC           M.P.E.C. 2017-R55

 

I fotoni non bastano mai ,aumentiamo le superfici, Newton 40CM

Ho un cielo schifoso ho strumenti ottimi , ma l’appetito viene mangiando e mi sono imbarcato in questa difficile avventura della progettazione e costruzione di uno strumento ad Hoc per la mia attuale passione astrometrica.

Un  telescopio di 40 cm a cortissima focale senza specchio secondario con la camera CCD  inserita sul fuoco primario del telescopio.

ecco la bozza del progetto attualmente in elaborazione anche se lo specchio è in costruzione e il tubo in e la cella sono stati ordinati !

Per la collimazione ed il fuoco remotizzati utilizzero 3 motori nema 17 montati sulla cella  appositamente modificata.

 

 

Lo specchio 400mm f 3.3  sara Giacometti  alluminato da Zaot

La cella una Gso modificata 

Il tubo in carbonio De 480 mm spessore 11 mm e lunghezza 1300  

La barra losmandy 600 mm euro

La modifica della cella e lo spider di supporto effettuati da una ditta meccanica  circa 300 euro

Focheggiatore elicodale  ( da usarsi come opzione 2)

 

 

Soddisfazioni !

La mia prima conferma, il mio primo Asteroide NEO peculiare, una circolare MPEC cosa vuoi di piu dalla vita se non un Crodino !

La serata  tra il 4e 5   Gennaio mi sono proprio divertito , non avevo ancora il setup al 100%  per piccoli problemi di collimazione e gestione del fuoco automatico , ma  nella nottata ho fatto la classica osservazione baciata dalla fortuna in cui in primis ho confermato un osservazione effettuata da un mostro sacro della ricerca asteroidi mondiale e già questo sarebbe motivo di enorme soddisfazione. L’osservatorio Hawaiano T05-ATLAS-HKO, Haleakala. Infatti  da poche  ore aveva misurato l’asteroide A101Bap .ed io mi sono attivato vista la bassa magnitudine era un target perfetto per me anche se parecchio basso sull’orizzonte. Ho impiegato un po; di tempo ad effettuare le misure e trepidante ho inviato l’email a  Garteh del Minor Plane Center.. . Dopo circa 10 minuti o ricevuto il messaggio di conferma del ricevimento delle misure, ma essendo un  asteroide di tipo NEO appena scoperto aspettavo un’altra email che…

T5 Halakea Hawaii

Non arrivava.

Poi verso le 2.40 di notte eccola !!  No identifiable previously-known objects in batch:

(If the observations refer to a NEOCP object *and* the
designations on the observations match the NEOCP designation,
the observations will be passed to the NEOCP routines.) 

Ed Ho esultato ero il primo dopo la scoperta ad aver osservato questo sasso . Ma aspetta continua a leggere la cosa ganza e che… L’asteroide appartiene ad una famiglia molto rara di oggetti con eccentricita superiore a 0.90 con orbite quasi paraboliche. di cui si conoscono solo 51 oggetti di questo tipo.apriti cielo filotto e pallino di 4  ed  una gran bella soddisfazione personale.

Signore e signori vi presento il sasso Peculiare !

 

 

E sono 100 !!

MPEC 2017-B60 : 2017 BO3 e 100 misure di NEO effettuate !

100 misure di asteroidi Near earth e circolare Mpec  dedicata con asteroide  di 19.3  misurato in questo periodo di cielo splendido .erano anni che in questa zona non si verificava un dicembre e gennaio con una cosi massiccia assenza di piogge (nessuno mi leva dalla testa che il clima sia collegato strettamente con il ciclo solare)

Insomma per farla breve dopo una nottata entusiasmante in collegamento diretto con l’osservatorio 104 metto in saccoccia la 100esima misura e la circolare

MPEC 2017-B60 : 2017 BO3 .

100!

E stasera si riprova a cercare un sasso con Mag > della  20°

(14964) Robertobacci = 1996 VS il mio Asteroide

1996 VS Roberto Bacci l’asteroide che porta il mio nome…..

(14964) Robertobacci = 1996 VS

Roberto Bacci (b. 1965), an active amateur astronomer since his adolescence, has turned his primary interest to variable stars and meteors. 

[Ref: Minor Planet Circ. 42674] Orbit Orbit type: Main Belt

Link al sito del MINOR PLANET CENTER dove si possono trovare maggiori informazioni
Link al sito Wikipedia dove si posso trovare ulteriori informazioni.

Roberto Bacci Asteroide 1996 VS
Roberto Bacci Asteroide 1996 VS

Scoperto da  Luciano Tesi e  Gabriele Cattani , mi e’ stato intitolato ,non potrò mai ringraziarli adeguatamente per l’onore che mi hanno concesso.                               Ecco le caratteristiche fisiche dell’oggetto che porta il mio nome.


epoch 2016-07-31.0
epoch JD 2457600.5
perihelion date 2017-10-09.10670
perihelion JD 2458035.60670
argument of perihelion (°) 53.55828
ascending node (°) 193.74020
inclination (°) 9.53845
eccentricity 0.0706683
perihelion distance (AU) 2.9870255
Tisserand w.r.t. Jupiter 3.2
ΔV w.r.t. Earth (km/sec) 11.1
semimajor axis (AU) 3.2141652
mean anomaly (°) 285.57869
mean daily motion (°/day) 0.17104150
aphelion distance (AU) 3.441
period (years) 5.76
P-vector [x] -0.38857216
P-vector [y] -0.88951698
P-vector [z] -0.24035643
Q-vector [x] 0.92057728
Q-vector [y] -0.38591931
Q-vector [z] -0.06003138
absolute magnitude 13.8
phase slope 0.15
uncertainty 0
reference MPO 381382
observations used 816
oppositions 17
arc length (days) 9370
first opposition used 1990
last opposition used 2016
residual rms (arc-secs) 0.48
perturbers coarse indicator M-v
perturbers precise indicator 0038h
first observation date used 1990-09-24.0
last observation date used 2016-05-20.0
computer name MPCLINUX