Sono le 3.45 del 7 Gennaio la temperatura esterna segna -10 C sul telescopio i cavi di alimentazione del telescopio sembrano diventati delle sbarre di ferro il paraluce luccica a causa della brina ghiacciata, la CCD è a -30C temperatura mai raggiunta prima . La cometa è ancora bassa sull’orizzonte ma decido comunque di iniziare la ripresa .
Il programma di gestione del telescopio Voyager inizia a fare la routine di posizionamento ,messa a fuoco e inizio delle riprese.Ma qualcosa non funziona vado fuori e dopo 10 minuti di  @!#! capisco che è la ruota portafiltri  che fa le bizze , la scollego e la riconnetto . Inizia la ripresa pur essendo a-30 c’è tanto rumore forse perchè sono vicino ai lampioni con la zona di di ripresa ,  sto morendo dal sonno e lascio stare cosi ., 60 minuti di riprese in luminanza e 15 in RGB  .Finalmente la sessione finisce immetto  i comandi per mandare il telescopio a dormire ed esco fuori , l’erba ghiaccia scricchiola sotto i miei piedi, chiudo la casetta spengo tutto e mi appresto ad andare a letto.
Ecco il frutto della mia fatica una ripresa “sporca” del rumore ma comunque carina di una piccola cometa periodica.
cometa-c2017-v2i